Quanti sono i CAF e i Patronati nella nostra bella Italia?

caf-730-unico-2010   

Ci vuole onestà intellettuale. Giusto. Ed è tanto vero che mo’ vediamo (pochi giorni ancora) di capire a chi andrà realmente (e che in che misura), il Reddito di Cittadinanza. E chi potrà usufruire di quella soglia minima ideata perché “nessuno rimanesse indietro” anche nel mondo pensionistico. Mi interessa sapere infatti per quale motivo, le Pensioni di Cittadinanza (l’elevazione al minimo di 780,00 euro di cui ho letto e riletto) si è deciso che non avvenga in automatico, come sarebbe stato logico e facile, almeno per chi sopravvive, già attualmente, con soglie miserrime. Questo perché chi si barcamena con cifre minime (lasciate perdere questa solita mascalzonata/alibi dei furbetti), appartiene ad un elenco non solo noto all’INPS/Agenzia dell’Entrate (o come in cambio continuo di denominazione oggi si chiama) ma è una lista che presumo abbia avuto già verifiche e prove certe. O ci dobbiamo chiedere perché troppi stipendi siano stati erogati, in passato, a migliaia di furbetti (questi sì) nulla facenti, in questo caso non “fuori” ma “dentro” l’Istituto Nazionale della Previdenza Sociale? Perché, mi chiedo, si debba, per ottenere l’eventuale adeguamento, compilare una “domandina”? Se uno ha un diritto, lo ha e non solo se lo chiede.

Mi incuriosisce questo percorso tortuoso e questo ulteriore carico di lavoro per i CAF.

E veniamo al cuore del post. I CAF/Patronati/altri lavorano gratis o vengono foraggiati, con denaro pubblico, grazie a questa ulteriore attribuzione di mansione? A questo proposito comincio a chiedermi (così come i Compro ORO!) i CAF/Patronati/altro quanti sono? Quanto guadagna un “possessore” di CAF? In base a quali criteri politici/clientelari o forse semplicemente “onesti” uno si è fatto CAF? Così, tanto per cominciare a rendermi conto di quanto vale un “povero”, per di più questuante.

comprooro2

Se ne sapete qualcosa di questa “rete delle reti”, cortesemente, mi mandate qualche vostra considerazione/informazione? Nella vita sono arrivato a capire (a volte prima di altri) chi fosse Antonio Mastrapasqua (e suo fratello) ma come funziona un CAF, quanto fattura, perché, come i Compro ORO (e due!) ne siano proliferati a migliaia, soprattutto negli ultimi anni, come i Compro ORO (e tre!) non ci arrivo a capirlo. E chiedo il vostro intelligente soccorso.

Oreste Grani/Leo Rugens

P.S.

Mi sono andato a rileggere quanto ho scritto su Antonio Mastrapasqua….

Spunti, ovviamente. Niente di più. Ma mai una soddisfazione (questo non è vero) di vedere qualcuno del nuovo governo (quello del cambiamento, per intendersi) che si sia posto il problema di cosa volesse dire questo coglione di Leone Sdentato quando faceva riferimenti al Gruppo Almaviva (Famiglia Tripi) e Gruppo Enginering  a proposito del controllo dello Stato (e della sua sicurezza) anche attraverso il settore strategico dell’informatizzazione. Ora siamo arrivati al grande cambiamento culturale (questo è la Blockcahain) e niente viene ragionato, da anni, intorno alla affidabilità o meno di tali ambienti imprenditoriali. Questi settori vitali per la sicurezza nazionale sono in mano a personaggi che contavano (anche le tonnellate di soldi che hanno fatto girare) durante la Prima Repubblica, la Seconda e quella (la Terza?) che non si capisce cosa sia ma che doveva essere, secondo gli accordi raggiunti con undici milioni di elettori, quella del “Cambiamento”.

leone19




E SE ANTONIO MASTRAPASQUA NON FOSSE SOLO UN MANGIATORE DI POLTRONE? E SE LE POLTRONE “SU CUI SEDERSI “NON FOSSERO STATE SCELTE SOLO DA LUI?

1974_Guillaume2

Il sano rapporto tra la Madonna e l’Arma dei Carabinieri, come auspicavo, ha fatto il miracolo: uno dei fratelli Mastrapasqua si è, “spontaneamente”, tolto di mezzo.

L’uomo che ha “protetto” (ovviamente l’espressione “protetto” non insinua nulla di illecito!) con la sua sola presenza negli organi direttivi, realtà imprenditoriali quali Almaviva Spa (migliaia di dipendenti e milioni di euro in F24 ogni 16 del mese), Engineering Spa (quotata “brillantemente” in borsa), ha lasciato l’INPS.

Tenete conto che non ho scelto, tra le “25 poltrone”, proprio quelle di Almaviva e di Engineering, senza un preciso motivo. La verità è che ho una sensazione di fastidio (nonostante io sia un profano di mondi elettronici tanto sofisticati), dovuta al fatto che, ad esempio, queste due realtà giuridiche me le immaginavo “andare a gara” in posizioni di mercato contrapposte, in forte concorrenza e non “frequentate”, in modo ubiquo, dagli stessi personaggi influenti. Per cui, dopo il primo miracolo chiesto “alla Regina dei Cieli”, ne chiedo un altro (forse ancora più difficile) quale potrebbe essere un “approfondimento investigativo” di quello che, per semplicità, chiamerò conflitto di interessi nel mondo della “sicurezza” elettronica affidata a questi colossi. “Persone” (la famiglia Tripi e la famiglia Cinaglia) che, spesso, hanno intrecciato le loro fortune imprenditoriali con i mondi produttivi della galassia Finmeccanica, cioè il cuore della Sicurezza nazionale. O, almeno, così ancora dovrebbe essere.

Schermata 2014-02-02 a 16.24.36

Se qualcuno se la sente, suggerisco la messa a punto di uno schema, tipo quello pubblicato il 18 gennaio 2014 e dedicato alla “sparizione ” del giudice Paolo Adinolfi. In quel caso fu ucciso un servitore dello Stato; in questo “scandalo”, che si ritiene essere di poltrone, potremmo scoprire che la posta in gioco era la Sicurezza nazionale. Non escludo, infatti, che dallo “schema” potrebbero emergere nessi e  “prove logiche”, tali da disvelare perché Italia sia tanto arretrata nel campo informatico pur spendendo, in questo settore, “troppo” rispetto a risultati “sconfortanti”. Altro che CONSIP! Potremmo scoprire che l’arretratezza è voluta perché una condizione di precarietà nel mondo degli algoritmi complessi impedisce, di fatto, una qualunque forma di sovranità nazionale. Potremmo capire che alcuni “intoccabili” non sono più servitori (sia pur inadeguati) dello Stato italiano ma, sostanzialmente, di paesi terzi. Potremmo scoprire che questi “culi ubiqui” sono, in realtà, degli efficientissimi organizzatori del saccheggio del patrimonio nazionale ingaggiati, forse a loro stessa insaputa , da “abili e colti” agenti di servizi segreti di paesi “competitori”. O queste cose accadono solo nei romanzi di genere spionistico? Il sospetto è legittimo, soprattutto quando si fanno carriere così “inspiegabili” e “irresistibili” in settori strategici. Pensate solo alla delicatezza dei dati relativi ai “contributi” che devono, comunque, essere versati anche per i nostri agenti segreti (ex Inpdap oggi INPS, reclutati fino al 3 dicembre 2011, tra Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza, Esercito, Marina, Aviazione e in pochi altri ambienti) che hanno buste paga e indennità di “cravatta” da contabilizzare. Il trattamento  economico e previdenziale è sostanzialmente (giustamente) “segreto” in quanto affidato ad uno speciale ufficio dell’Agenzia dell’Entrate dove vengono depositate le dichiarazioni dei redditi con gli importi relativi alle indennità accessorie. Si tratta di una deroga all’obbiettivo trasparenza che la P.A. cerca di raggiungere in materia di fisco. Una parte dello stipendio degli agenti segreti viene nascosta e in particolare l’indennità di funzione. Questo perché, se fosse resa pubblica, si svelerebbe il reale “mestiere” di chi, invece, deve rimanere sotto copertura.  Una attenta lettura di questi dati potrebbe disvelare interi organigrammi e reti di uomini “coperti”. Forse questo accade solo nei romanzi di spionaggio! Viceversa se non pensate che queste cose accadono solo nella finzione “letteraria”, leggete, banalmente, i “siti istituzionali” di questi due colossi che usufruiscono delle capacità professionali (si fa per dire “capacità” perché è opportuno non dimenticare che Mastrapasqua, a quanto risulta, ha studiato poco la teoria “universitaria” delle materie per cui, nel mercato del lavoro, è tanto apprezzato) e mi darete ragione. Potremmo scoprire che, a sua insaputa, Antonio Mastrapasqua era coltivato da ambienti al servizio di “paesi competitori” della nostra già tanto povera Italia. Solo dedicandosi con competenza, determinazione, amor di Patria e coperture politiche istituzionali adeguate, sarà possibile capire, qual’è il vero danno che queste figure “onnivore” (tipo i fratelli  Mastrapasqua), a loro insaputa, lasciate libere di agire dalla partitocrazia complice e dai nostri “servizi” distratti, recano alla collettività.

Schermata 2014-02-02 a 16.24.18

Approfondiamo chi conosceva chi, e salviamo il salvabile prima che sia troppo tardi. Altro che “NOS” ci voleva con questi “furbacchioni”. Se mi sto sbagliando, se le frequentazioni (ovviamente, a loro insaputa) dei Mastrapasqua non portano in ambienti riconducibili a paesi “complessi” e abili sul terreno che ho delineato, ne pagherò tutte le conseguenze. Viceversa, se anche questa volta non mi sono sbagliato, presenterò il conto. Soprattutto a quelli/e che pensavano di liberarsi di me, “calunniandomi” o criticando il “mio eccessivo patriottismo”. Guarda caso, critiche manifestate, con durezza e senza possibilità d’appello, subito dopo il mio incontro con l’ing. Cinaglia in Engineering Spa. La storia, come si vede, comincia a darmi ragione.

Leo Rugens

guillaume_guillaume01_imago


ANTONIO MASTRAPASQUA, L’UOMO DAI VENTIQUATTRO CULI. PIÙ IL SUO, FANNO 25!

Vergine

Il “glossario” dei poveri cittadini terrorizzati e tartassati è pieno di parole e sigle incomprensibili e minacciose quali “durc” (se non ce lo avevi al momento opportuno eri un’azienda morta e tu con lei), “ganasce fiscali”, “pignoramenti”. Vite vendute, vite spezzate in nome di sensi colpa per “non avercela fatta”. Decine di suicidi negli ultimi anni, tutti di donne e uomini “onesti”, lasciati soli, nella loro disperazione, ad affrontare l’INPS e quindi, di fatto, l’Agenzia dell’Entrate. Fratelli, amici carissimi, lettori anonimi di Leo Rugens, credenti o agnostici che siate, ora dobbiamo ammettere tutti che la Madonna, così come almeno una volta nella vita, abbiamo tutti invocata, esiste, veglia su di noi e si prepara, Lei che dovrebbe ispirare solo sentimenti di tolleranza e perdono, a vendicarci. Spero infatti che tutti sappiate che l’Arma dei Carabinieri ha proprio nella Madonna la figura sublime protettrice a cui si giura fedeltà oltre che alla Repubblica Italiana; spero proprio che tutti capiate che se non interveniva, personalmente, la Madre di Nostro Signor Gesù Cristo, nessuno avrebbe osato mettere sotto indagine Antonio Mastrapasqua, presidente di quasi tutto quello che ha un senso (si fa per dire) in Italia compreso il famigerato INPS; spero proprio che mi crediate, se vi dico che ora, solo se la Madonna continua ad ispirare le Autorità preposte a questa resa dei conti, ci sarà giustizia per tutte le anime tormentate degli umani suicidatisi per non essere riusciti a pagare gli F24. Non gli F35 che sono, come sapete, un’altra cosa. Altra cosa che, comunque, dovete pagare voi.

Madonna

Grati alla Madre celeste e all’Arma dei Carabinieri, rimaniamo in attesa che il miracolo taumaturgico si verifichi. Un pensiero benedicente va anche a Milena Gabanelli che, al momento opportuno, ha saputo dire, tramite “Report”, parole di verità sull’ubiquità di Mastrapasqua. Anche “Arma” è di genere femminile. La speranza (femminile!), ultima a morire, come si vede, è certamente “donna”.

Leo Rugens

Mastrapasqua

1) Ospedale Israelitico – ovvero la Comunità Ebraica

2) Engineering Spa – ovvero il cuore dell’informatica “riservata” dello Stato Italiano

3) Consorzio Elis – ovvero l’Opus Dei

Antonio Mastrapasqua: la trasversalità fatta uomo

Chi c’è dietro, sopra, sotto la sua ubiquità? All’Arma dei Carabinieri l’onere di chiarire il quesito.

8 thoughts on “Quanti sono i CAF e i Patronati nella nostra bella Italia?

  1. Cuculo vigile in ha detto:

    Ma perché l’INPS dà un sacco di soldi in borse di studio (a copertura totale della retta) per frequentare master postlaurea (non si tratta, quindi, di diritto allo studio) da 12.000 € dove ci sono docenti che non hanno MAI studiato le materie che dovrebbero insegnare (ad esempio: i flussi migratori) e che stanno lì per rendere il proprio CV meno penoso di quanto non sia in realtà (soprattutto da quando sono stati costretti ad eliminare quelle che erano pure invenzioni)??
    Ma non è che l master postlaurea della Link (frequenza: un venerdì sì e uno no) si reggono su giochetti del tipo: le rette vengono pagate dalle borse INPS (10 per master) e anche le 5 borse della Link. Cioè basta che 5 babbei usufruiscono delle borse INPS e la Link le ricicla come borse sue. Così fanno almeno 10 studenti che consentono di tenere in piedi il master (anche rispetto al MIUR).
    Altri studenti si acchiappano grazie al SIULP. A proposito: e la storia delle lauree Link facilitate con conto bancario a S.Marino?

    Piace a 1 persona

    • ilrisvegliodeldragone in ha detto:

      Mi sembra tutto interessante (come al solito) ma in particolare questa vicenda a cui accenni del c/c a San Marino. Direi di approfondire. Grazie e buona notte. Ma il MIUR di cui parli e quello dove si dice che la IENA Giarrusso venga retribuita con 78.000,00 euro?
      Che sarebbe come dire dieci anni (120 mesi) di una pensione quotata 649,00 ?
      Si, uccellino coraggioso e intelligente, fammi sapere meglio di questo c/c a Titano.

      Piace a 1 persona

  2. Auspico (perché sperare non va mai bene), che la Vergine Maria volga il Suo Sguardo, verso quei soggetti costretti a “subire” il “Sistema Equitalia”, fortemente utilizzato dal Mastrapasqua, Tremonti/Milanese/Marchese ed il duo, finto disaccoppiato, Berlusconi-De Benedetti.

    Questo sistema tendeva a “prendere di mira” alcune attività economiche, piccole e medie; causare il loro fallimento tramite Equitalia ed Agenzia Dogane/MEF, emettendo cartelle esattoriali.
    Successivamente rifinanziarle tramite Società Finanziare, appositamente costituite dal duo imprenditoriale citato.

    Con questo metodo, si eliminavano i “ritenuti nemici”, oppure nemici dei nemici (naturalmente a pagamento, con regolare fattura di illustri Consulenti), appartenenti alla Casta Confindustriale, e ci si impossessava, con azioni supportate istituzionalmente, delle Attività Economiche ritenute di interesse.

    per dirla alla “Blade Runner”, ho visto cose, che voi umani non potreste nemmeno immaginare… Cartelle di Equitalia, lievitare da presunti crediti daziari su operazioni ritenute regolari dal MEF Stesso, lievitare da 800.000 € a 16.000.000 di €, alla velocità dei raggi B alle porte di Tannhauser; per ridiscendere a 3.000.000 di € senza che questi occhi, battessero ciglia Istituzionali.
    Ho visto presunti crediti Doganali, per presunte irregolarità daziarie ed attribuzioni fiscali, commessi da una figura Giuridica, essere addebitati ad un’ altra, ammontanti a Decine e Decine di milioni di €! Che ad Orione, facevano un baffo.

    E Tutte queste cose, passeranno inosservate dai Tribunali, perdendosi “Come Lacrime nella Pioggia”…

    Molto più comoda Equitalia della pistola!

    "Mi piace"

  3. Caro Cuculo, strane cose accadono sul Web!

    "Mi piace"

    • Cuculo vigile in ha detto:

      Sì, infatti. Spero comunque che Leo abbia recepito.

      Piace a 1 persona

      • Certe “Visite” all’ ora di pranzo, in casa, esprimono ed originano, cattivi pensieri (non alla U. Tognazzi).

        Metodi classici ed “usati”, che mi riportano a Don Abbondio ed al Griso …”Questo matrimonio non s’ ha da fare”…naturalmente subliminale.

        Niente da fare, si ritorna al Classico. Osservavo il Sole all’ orizzonte, invece ora tornano le Nubi.

        Quei sistemi, che ho assaggiato personalmente, per Anni, li conosco bene, come e più di me Leo. Però, non sono precursori di buon auspicio.

        "Mi piace"

  4. Cuculo vigile in ha detto:

    Sì, lo temo anch’io. E mi preoccupo un po’. Speriamo bene.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...