Che Armando Del Re collabori a tutto campo: per Noemi, per Napoli offesa

armando-del-re-agguato-noemi-video-1280x720

Armando Del Re, arrestato in autogrill. Rimaniamo in attesa di sapere se è lui che ha ferito la piccola Noemi.  Lo speriamo prima di tutto per lei e per tutti noi che sia proprio lui che deve pagare il conto. Soprattutto che sia lui che consegni ai magistrati inquirenti il racconto ampio di quanto gli è noto dello schifo camorristico napoletano. Che qualcuno gli proponga una confessione frattalica, nella forma e nella sostanza, in modo da consentire lo smantellamento di un intero mondo criminale. Che il travaglio drammatico in cui è stata precipitata la piccolina, la sua onesta famiglia, la città – ancora una volta offesa – vengano compensati da un cambio culturale epocale, almeno pari al gesto, già forte e amabile, compiuto da Antonio Piccirillo che ha saputo rinnegare pubblicamente il padre e lo stile di vita da lui rappresentato.

Antonio Piccirillo

Che questo Del Re consegni le cellule tumorali a lui note. Poi, passo dopo passo, che questo dolore e il rischio corso da Noemi diventino miracolo e ricordo di quando, oggi, cambiò tutto. Todo Cambia e che sia di augurio per Noemi, per il nostro Sud di qualità, per la Repubblica.

Oreste Grani/Leo Rugens

Schermata 2019-05-10 a 13.13.08Schermata 2019-05-10 a 13.13.28Schermata 2019-05-10 a 13.13.47Schermata 2019-05-10 a 13.14.15Schermata 2019-05-10 a 13.14.40Schermata 2019-05-10 a 13.14.58