CONSIP, CONSIP ancora CONSIP! Mai come oggi bisogna ricordare

consip

Il 28 febbraio 2013 (sai contare cretino?) ho postato un articoletto intitolato CONSIP CONSIP FORTISSIMAMENTE CONSIP. I PATRIOTI DEL M5S SI MERITANO DI POTER VIGILARE SU CONSIP. PER COMINCIARE.

In quel momento, io, mettendoci la faccia, svelavo e indicavo la strada utile e sicura e non tu, grandissimo stronzo, che, viceversa, visto come sono andate successivamente le cose, pensavi di fare gli interessi della Repubblica (tuo primo e unico datore di lavoro) abbeverandoti, a via Nomentana, presso le aule di LinkCampus University Io indicavo, immettendo in rete lo spunto investigativo (trasformando l’intuizione in fonte aperta) e alcuni di voi, successivamente, dovevano approfondire (tu addirittura con Crimi e Casson nel COPASIR!) le trame corruttive.  Prima che, ultima speranza, la magistratura ci dovesse mettere una pezza a ciò che, invece, era compito della Politica fare. Anzi, compito specifico dei portavoce del MoVimento. Che non erano stati piazzati in Parlamento perché ritenessero, di testa loro, che Vincenzo Scotti fosse la Stella Polare per navigare sicuri verso il Grande Cambiamento. Prima è prima, secondo la legge della blockchain di cui dovrei essere uno “che non ne capisce”. Tu, in data successiva, invece di approfondire i seri spunti politico-investigativiti che ti eri visto offrire, potendo scegliere, ti sei fatto trovare, incaprettato, a triangolare con Tripoli, Istanbul e… San Giorgio a Cremano. Tra l’altro, in modo straziante e ridicolo, suggestionato dalla maga delle “messe in mezzo” la nota Annamaria Fontana. Ti chiamano ormai “intruppone” (Carlo Bonini) ma capiscono poco di te. Forse è ora, invece di convocare la stampa per attaccare le istituzioni repubblicane (in un momento come questo, sputando nel piatto dove mangi) e, con esse, la più innocente di tutti quale è il Cap. Elisabetta Trenta, tirare fuori nomi e circostanze di chi ti aveva rassicurato (ritengo organico alle Agenzie di Intelligence) sulla coppia di magliari campani, da anni, viceversa nella black list di tutti i servizi segreti, degni di questo nome, del Pianeta.

Ho deciso di consentire alla sacra rete di arrivare a valutare (e giudicare) le gravi responsabilità che ti sei assunto scegliendo di rimanere indifferente a quanto, in spirito di servizio e “muscolarmente (che vuoi fare se abbiamo muscoli da vendere!) viceversa ti veniva posto, sempre con largo anticipo e opportunamente documentato, sul tavolo. E che tavolo.  A cui, per grazia ricevuta, eri stato invitato.

Schermata 2019-06-08 a 13.09.45

CONSIP, quindi, tanto per cominciare.

Ragionamenti che se avessi, con umiltà e amor di Patria, voluto/saputo ascoltare, ti avrebbero reso edotto, con largo anticipo, su quanto Ezio Bigotti/PietroAmara, favoriti da altri autorevolissimi traditori della Repubblica (stiamo parlando di comportamenti da cui oggi sta per essere travolto il CSM), mettevano in campo a danno della collettività. Quella stessa collettività che ti aveva catapultato in Parlamento perché partecipassi a rimettere in ordine le cose della Repubblica e non perché un giorno, per conservare la carega, provassi a svendere la nostra libertà al possibile futuro tiranno.

Finché vivo non ti darò tregua.

Cosa ultima ma non ultima. Come si legge, ho scritto “provassi” .

Perché, senti a me che ormai è notorio vedo più lungo e a fuoco di te, non ci riuscirete.

Oreste Grani/Leo Rugens

società multatesocietà multate 1