Niger si scrive “quasi” come Nigeria

Leggo su Internazionale l’articolo che riporto e mi chiedo a che punto stiamo con la politica estera che è, notoriamente, la madre di ogni politica.

Mi direte che la prendo troppo alla larga parlando del Niger mentre i magistrati sono concentrati sulla corruzione in Nigeria ad opera dei vertici dell’ENI. In particolare Claudio Descalzi  sostiene che chiarirà tutto e che nulla sa di quanto si dice che abbia fatto. In Nigeria, in Algeria, in Congo e per mettere in difficoltà il magistrato Paolo Ielo. A me, notoriamente, piace ragionare per cerchi concentrici. Tranquilli che non confondo i due paesi: la Nigeria è la Nigeria e il Niger è il Niger. Ma l’Africa è una. Immensa, ma una.         

Oreste Grani/Leo Rugens

P.S.

L’articolo dell’Internazionale me lo ha tempestivamente segnalato Javier Cuenca – Bua nella plurima veste di cultore della materia e “profetico” conversatore, tempo addietro,  proprio sul tema, per il Corso di Formazione alla Polis. E colgo l’occasione per ringraziarlo.

Schermata 2019-06-21 a 23.36.05Schermata 2019-06-21 a 23.36.35Schermata 2019-06-21 a 23.36.53Schermata 2019-06-21 a 23.37.16Schermata 2019-06-21 a 23.37.47Schermata 2019-06-21 a 23.38.05Schermata 2019-06-21 a 23.38.23Schermata 2019-06-21 a 23.38.44