Prima di scegliere per chi votare (in questo caso Lega o M5S) vediamo di ricordare qualcosa

Ho scritto in tempi non sospetti quanto potrete leggere (o rileggere) a seguire. Di Maio vuole lui riformare il M5S.
Vuole organizzare intorno a lui un plotoncino di fedelissimi e spacciare questo organigramma per cambiamento. La Lega l’ha scelta Di Maio che potrebbe anche essersene pentito. Ma se vuole che gli crediamo deve chiamare in posizioni di influenza alcuni che non la pensano come lui. E’ il minimo. O andrà anche lui a casa. Come tutti.

Leo Rugens

Renzo_umberto_bossi640

Prima del MPS a sinistra, nella destra leghista, c’era stato il fallimento-sola della banca CREDIEURONORD. E da quel edificante episodio parto.

“Queste elezioni sarebbero state invalidate anche in Bielorussia!”, Umberto Bossi, nel 2006, molto prima quindi del coccolone che lo tolse di mezzo, se ne uscì così.

Non siamo interessati a cosa intendesse dire il fondatore della Lega in quel momento, ma al racconto che precede questa affermazione raccolta nel libro La Casta di Rizzo e Stella e che, in questi giorni, sto rileggendo per voi (io, per me, lo conosco quasi a memoria). Che spesso le elezioni in Italia siano poco corrette nello svolgimento e nelle regole con cui si svolgono, mi sembra una cosa ormai a tutti nota. Vi riporto il brano che segue perché come quasi tutti, anche voi, potreste essere degli scordarelli e potreste non ricordarvi bene di che razza di “sòle” (alla romana) parlate quando…

View original post 2.454 altre parole