Autoconvocazione per salvare il salvabile. La Repubblica, per prima

 

catania m5s b

Dai lanci dei media apprendo che Di Maio sta per riunire lo “stato maggiore” del M5S. Da chi è composto, se lo sapete, tale “organismo militare”? Se è quella combriccola che ha dissipato undici milioni di voti in tre/quattro “batter di ciglia”, è meglio che la lasci “in caserma”. E anche lui è tempo che “si ritiri in buon ordine”. Sempre mutuando il lessico dal mondo militare. O sarà una rotta peggio di Caporetto.

Direi inoltre di richiamare dalle ferie (che si autoconvochino rompendo la disciplina strumentale a cui sono stati soggiogati, “tosatura finanziaria” compresa) tutti i parlamentari e, dopo averli riuniti in un luogo ben condizionato, finalmente, aprire una fase rifondativa del M5S. O quel che ne rimane. Per nutrirsi basteranno frutta e gelati.

Sto parlando del dovere dell’azione.

Oreste Grani/Leo Rugens