Noi a Rimini c’eravamo gentile Selvaggia e non a leccare il gelato

Selvaggia-Lucarelli

Il 6 marzo 2020 davamo PER PRIMI in Italia, anzi nel mondo anzi nell’universo visibile la notizia della presenza di portatori probabili di Covid-19 a Rimini, i cinesi di Wuhan e Hubei.

A Rimini il primo gelato al mondo al gusto coronavirus

Ieri 25 marzo, Selvaggia Lucarelli, ritenendo di fare uno scoop, da la stessa notizia (La fiera del gelato di Rimini a gennaio e quegli stand di Wuhan e Codogno nello stesso padiglione)

Gentile Selvaggia, famo a capisse, quando diamo una notizia siamo usi citare le fonti e se non lo facciamo è per tutelare la sicurezza della medesima; qui però mi pare si stia esagerando che, quei giorni, eravamo a Rimini nel tentativo matto e disperato di rianimare un morto (sì, facciamo anche miracoli se ci impegnamo).

Sicché, o Lei è una delle poche che non legge Leo Rugens e indipendentemente si è svegliata qualche giorno fa oppure… pronti a rettificare in caso ci potesse smentire.

Gelatus in fundo, si sveglia la RAI che per ultima arriva sul pezzo anzi sul gelato squagliato, guardate un po’ qua:

E noi dovremmo pagarvi il canone, mangiapane a tradimento.

 

La redazione