Volemose bene con chi?

Io non credo nella società europea. Fra cinquant’anni non ci sarà più un solo sovrano legittimo, dalla Russia alla Sicilia, e non prevedo che dispotismi militari. E tra cent’anni può darsi che noi staremo vivendo non solo nella decrepitezza dell’Europa, ma in quella del mondo“. Questo nelle “Memorie d’Oltretomba” di Francois-René de Chateaubriand. E a uno come Chateaubriand gli vogliamo alla fine dare ragione?

Vediamo di rimetterci in cammino. E ognuno per quello che sa fare, proviamo a sommare e non a dividere. Ma non nella genericità di un “volemose bene”. Io con quelli che hanno determinato il gravissimo grado di impreparazione in cui ci siamo ritrovati eviterei di ammischiarmi.

Oreste Grani/Leo Rugens