Un’italiana a Manhattan tra Covid e trapianti – La dott.ssa Chiara Rocha intervistata a Radio Rock

Montaggio dell’intervista a cura di Massimo Graziani

Il Mount Sinai Hospital è stato fondato nel 1852; attualmente si chiama Mount Sinai Health Care System che comprende la Icahn School of Medicine (facoltà di medicina più scuole di specializzazione) e 8 ospedali nell’area metropolitana di New York City.
Conta circa 7200 medici che lavorano distribuiti negli 8 ospedali più tutte le pratiche ambulatoriali (esistono parecchie sedi anche al di fuori degli ospedali).
Il Mount Sinai Hospital è il campus centrale di tutto questo sistema ed è un centro di eccellenza per diverse discipline (cardiologia, gastroenterologia, pediatria ecc ecc).

La dott.ssa Chiara Rocha lavora al Recanati/Miller Transplantation Institute, che fa parte del campus centrale ed è uno dei centri trapianti con maggiore attività della East Coast americana; Recanati era una importante famiglia di NYC che ha finanziato diverse opere pubbliche/benefiche, Miller è il chirurgo che insieme al suo team ha dato vita al centro.
RMTI è nato negli anni Ottanta con trapianti di rene e fegato sia da donatore cadavere che da donatore vivente, per riceventi sia adulti sia pediatrici.
Attualmente vengono eseguiti più di 200 trapianti di rene all’anno, circa 135-140 di fegato e 13-15 di intestino (che è il programma più recente); a questo vanno aggiunte circa 150 resezione epatiche all’anno e circa 70 interventi sul pancreas, per la maggior parte patologia maligna (cancro), più alcuni interventi per patologia benigna sui pazienti con cirrosi epatica.
Il team attuale conta 12 chirurghi e circa 20 fra epatologi e nefrologi.
Nel 2018 si è celebrato il trapianto di fegato numero 4000 dalla nascita del centro.

In ambito accademico l’RMTI offre diversi programmi di fellowship, cioè di iperspecializzazione dopo il termine della scuola di specialità.

RMTI ha una delle poche fellowship che grazie ai volumi di lavoro è in grado di certificare un chirurgo per trapianto di fegato, rene, intestino e chirurgia epatobiliopancreatica. Questo sfignifica che tanti altri programmi di fellowship riescono a certificare per trapianto di fegato e rene. Pochissimi per tutte le discipline menzionate sopra.

Complimenti a Radio Rock e a Jacopo Morroni per aver dato voce a una giovane eccellenza italiana che grazie a tanto impegno, bravura e lavoro estenuante dona a tanti individui molti anni in più di vita.

La redazione