Non tutti i cinque stelle chinano la testa e offrono le terga

Non tutti i cinque stelle chinano la testa e offrono le terga, si intitola il post.

Ad esempio, un pentastellato doc come Matteo T., da Milano, da anni, mentre si barcamena per sostenere onestamente la sua famiglia, da cittadino consapevole e probo, scava, scava, scava nella rete (e non solo) per arrivare ad estrarre dalla realtà ciò che c’è ma non si vede. Lo fa con passione e intelligenza sostenuta (direi alimentata)  da una fede incrollabile nella Costituzione Repubblicana e nel dovere/diritto di tutti di avere risposte certe su questioni che appaiono a dir poco oscure e comunque su associazioni sistematicamente frequentate da donne e uomini che poi si ritrovano a gestire parti rilevanti della Cosa Pubblica.

T. sembra sostenere che troppe conventicole (in questo caso accende i riflettori su tale Diplomatia e sul Canova Club) risultano essere sorprendentemente frequentate da persone che, da troppi anni, guidano questa nostra Italia, spesso (se non sempre) con risultati, a dire di molti, disastrosi. Sembra chiedersi l’onesto Matteo come possa essere che queste donne e questi uomini si conoscano tutti e che il frutto del loro agire sembra non dare alcun vantaggio riscontrabile al Popolo italiano ma, anzi, esclusivamente agli appartenenti a queste associazioni.

Qualche dubbio, se si vuole essere onesti, infatti bisognerebbe farselo venire in quanto tali strutture sembrano essere vere e proprie organizzazioni finalizzate a creare un potere parallelo che potrebbe risultare, visti i pessimi risultati di tale gestione della Cosa Pubblica, dei veri centri del sabotaggio anti-italiano, perfino diretti, con abilità e misure schermo, da “diplomazie” estere.

Un oligarchia di persone navigate, internazionali, che comunque sembra impadronirsi, per fini personali, di ciò che è della collettività.

Cosa che abbiamo già visto accadere nei decenni post bellici e che, dopo lunghe e laboriose indagini, si è arrivato a scoprire essere la loggia Propaganda 2.

Le dinamiche relazionali e il tipo di carriere favorite sembrano essere le stesse. E che nessuno si offenda perché farebbe due fatiche. Non escludendo infatti che, come la vita ci ha insegnato, possa arrivare, anche per loro, un 17 marzo 1981.

Oreste Grani/Leo Rugens

P.S.

Matteo T. vorrebbe che qualcuno ci illuminasse su personaggi quali:

il Dott. Vito Cozzoli, attuale presidente della società Sport e Salute (ex Coni), che prima/durante la tragedia del ponte Morandi e fino ai primi mesi del 2020 ha ricoperto la carica di Capo di Gabinetto presso il Ministero dello Sviluppo Economico, risulta essere stato prima/durante la tragedia del Morandi e tutt’ora risulta essere membro del consiglio direttivo di Associazione DIPLOMATIA ; risulta essere inoltre membro di Task Force Italia https://www.taskforceitalia.it/members.php

il Dott. Francesco Alfonso, attualmente consigliere della Corte dei Conti, dal 2013 Capo della Segreteria Tecnica del Ministero dell’Economia e delle Finanze, dal 2020 nel consiglio direttivo di ANSPC (Associazione Nazionale per lo Studio dei Problemi del Credito http://www.anspc.it/index.php/associazione/organi-direttivi) risulta essere stato prima/durante la tragedia del Morandi e tutt’ora risulta essere responsabile dei rapporti istituzionali di Associazione DIPLOMATIA;

il Dott. Fabio Cerchiai, dal 2010 presidente di ATLANTIA, consigliere AISCAT, consigliere ABERTIS, membro del consiglio direttivo di ANSPC (Associazione Nazionale per lo Studio dei Problemi del Credito) e fino al 2019 presidente ASPI risulta essere stato prima/durante la tragedia del Morandi e tutt’ora risulta essere Vice Presidente di Associazione DIPLOMATIA

il Dott. Sergio Balbinot, membro del Board internazionale ALLIANZ (azionista ASPI, avente diritto di prelazione), risulta essere consigliere Associazione DIPLOMATIA 

il Dott. Massimo Roccia, Capo rapporti con le istituzioni ALLIANZ (azionista ASPI, avente diritto di prelazione), risulta essere socio del comitato esecutivo operativo Associazione DIPLOMATIA

il Dott. Federico Ghizzoni, presidente Rothschild Italia, risulta essere membro del consiglio direttivo di ANSPC (Associazione Nazionale per lo Studio dei Problemi del Credito) e contemporaneamente membro dell’advisory board di CANOVA CLUB (Club gemellato con Associazione DIPLOMATIA, entrambe fondate dal Dott. Stefano Balsamo di JP MORGAN);

il Dott. Antonio Catricalà, dal 2017 Presidente Aeroporti di Roma (ATLANTIA), risulta essere membro del consiglio direttivo di ANSPC (Associazione Nazionale per lo Studio dei Problemi del Credito) come il Dott. Cerchiai, il Dott. Ghizzoni ed il Dott. Francesco Alfonso;

il Dott. Giovanni Cinque, che dal novembre 2018 ricopre il ruolo di sub-commissario per ASI, risulta essere Socio e Project Leader “Commissione Difesa e Sicurezza” nel Comitato Esecutivo Operativo dell’ Associazione DIPLOMATIA;

la Dott.ssa Flavia Pruner, dal 2017 in Croce Rossa Italiana, attualmente responsabile delle Relazioni Istituzionali nonché della Presidenza Nazionale, risulta essere una consulente inserita nel Comitato Esecutivo Operativo dell’ Associazione DIPLOMATIA;

il Dott. Valerio De Luca, presidente esecutivo di Task Force Italia (vedi Cozzoli, Messa, Picardi),  risulta essere responsabile per i Public Affairs nel Comitato Esecutivo Operativo dell’ Associazione DIPLOMATIA;

Matteo T. evidenzia inoltre che da una rapida analisi della Governance dell’Associazione DIPLOMATIA risulta che:

    1. Dott. Alessandro Picardi attuale vice presidente esecutivo public affairs Tim/Telecom, ne ricopre la carica di vice presidente nel comitato esecutivo oltre che consigliere nel consiglio direttivo e vice presidente del comitato esecutivo operativo ; risulta essere inoltre membro di Task Force Italia https://www.taskforceitalia.it/members.php
    2. Dott. Salvatore Rossi attuale presidente Telecom Italia, risulta componente dell’advisory board
    3. Dott. Giuseppe Bono attuale amministratore delegato di Fincantieri, ne ricopre la carica di consigliere nel consiglio direttivo
    4. Dott.ssa Maria Bianca Farina attuale Presidente Poste Italiane Spa, ne ricopre la carica di consigliere nel consiglio direttivo
    5. Dott. Luigi Ferraris, attuale amministratore delegato e direttore generale di Terna Spa, ne ricopre la carica di consigliere nel consiglio direttivo
    6. Dott. Paolo Messa, attuale direttore relazioni istituzionali per l’Italia di Leonardo Spa, risulta componente dell’advisory board ; risulta essere inoltre membro di Task Force Italia https://www.taskforceitalia.it/members.ph
    7. L’indefesso cittadino evidenzia inoltre chtra i Soci Istituzionali dell’Associazione DIPLOMATIA troviamo:
    1. MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI
    2. MINISTERO DELL’AMBIENTE
    3. MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITA’ CULTURALI
    4. MINISTERO DELLA DIFESA
    5. MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE
    6. MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO
    7. MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI
    8. COMUNE DI ROMA
    9. CNR
    10. CONSOB
    11. INGV

 

E tra i Soci “ordinari” troviamo anche le seguenti Imprese:

    1. ASPI
    2. FINCANTIERI
    3. LEONARDO
    4. POSTE ITALIANE
    5. TERNA
    6. ALLIANZ

Non proprio dei nanerottoli!

Matteo T si chiede e vorrebbe che qualcuno chiedesse formalmente se sia stata valutata la possibilità, visto il quadro sopra descritto, che si verifichi o si sia già’ verificato, un CONFLITTO DI INTERESSE anche di natura potenziale. 

Se sia stata valutata la possibilità’ che le attività’ espletate dai Soggetti evidenziati, ricoprendo  gli incarichi sopra elencati, possano andare a incidere sul preminente INTERESSE NAZIONALE in tutte le sue declinazioni.

Se  sia stato valutato IL RISCHIO che si verifichi un’infrazione all’articolo 326 del codice penale – rivelazione ed utilizzazione segreti d’ufficio.

Quale siano le norme che regolano, a tutela dell’INTERESSE NAZIONALE, i rapporti tra Associazione DIPLOMATIA, le ISTITUZIONI DELLA REPUBBLICA ITALIANA elencate ed i membri che contemporaneamente ricoprono cariche in entrambe le “realtà”.

Se sussistano, ed in quale forma, finanziamenti pubblici destinati alla Associazione DIPLOMATIA, o a cui la Stessa possa in qualunque modo accedere

E non solo.

E bravo T. se questo è l’inizio chissà dove è possibile che arrivi la tua legittima curiosità?