Domenico Arcuri è solo inadeguato o potremmo scoprirlo sabotatore della salute pubblica?

Se non ci fossero stati 100.000 morti potevamo anche passarci sopra. Si fa per dire, ovviamente.

Leo Rugens

La campagna del giovane quotidiano “Domani“, diretto da Stefano Feltri, utile ad approfondire l’operato del Commissario Straordinario, Domenico Arcuri, va avanti con l’incisività che un tale argomento merita. 

Oggi si evidenziano ulteriori gravissimi ritardi con cui il faccendiere prestato all’emergenza più complessa del dopoguerra (ma vi rendete conto che responsabilità mortifera si è presa quello che ha detto in sede governativa “mettiamoci Arcuri, che è ciò che è, ma almeno è dei nostri” rifilando una tale “sola” a tutti voi che vi state giocando vita e risparmi in questa vicenda drammatica) ha saputo operare. 

Quando ci si trova, in posizione di responsabilità, nel divenire convulso delle cose “di Stato”, oltre a qualità etico-morali e consolidate esperienze attinenti agli avvenimenti in corso, la tempestività con cui il cervello, in modo creativo, ci fa reagire e ci guida, è tutto. Anche perché il cervello potrebbe essere…

View original post 244 altre parole