Ora ci vogliono rifilare l’app “immuni” perché potrebbero averla in dotazione i loro amici?

E andiamoooooo!

Leo Rugens

Continuo a chiedermi perché mai un’app, una delle tante possibili (ora la chiameranno, con una scelta fica di marketing, “immuni“) che poteva essere pronta (da testare ovviamente) a fine 2018, dobbiamo vararla, sotto la regia e controllo di uno come Domenico Arcuri, con i compatrioti morti saliti a 22.000, in presenza di una economia devastata, sotto la minaccia di un secessionismo nordista “di fatto” che metterebbe definitivamente il Paese a disposizione di chi se ne volesse impadronire? Criminalità compresa.

Cosa ha impedito, una volta tanto, di prevenire? Tenete conto che ormai l’ultimo degli scemi quando vuole fare colpo (anche su una nullità quale sono io) mi cita Lao -Tzu ignorando che si rivolge a uno che questa saggezza (nella mia marginalità e ininfluenza) la frequento “almeno” dal settembre del 1991 quando scelsi, come indicazione strategica, il pensiero che oggi, quasi trenta anni dopo, vi affido: “Ciò…

View original post 239 altre parole