Cosa lega Angelo Zaccone-Jaroslav Novak-Gianni Letta e l’utilizzatore finale Silvio Berlusconi?

E a voi sembra cosa minore un fatto di questa portata? Stiamo parlando della Cassazione dove, alla fine del percorso giudiziario, si gioca la sorte di criminali o di cittadini oggetto di eventuali errori giudiziari. La Cassazione non è quel luogo dove si possono, a norma di legge, ribaltare sentenze e mandare assolte aziende colpevoli viceversa di colpe gravissime? La Cassazione non quell’istituzione repubblicana dove si esamina la congruità dei comportamenti dei giudici negli altri due gradi di giudizio? Cosa vuol dire che un organo altrettanto importante come il Consiglio di Stato, decapita i vertici della Cassazione? Decapitano come sono soliti fare i mostri dell’Isis e i vostri amici talebani ormai diventati buoni buoni o solo metaforicamente? Cosa devono capire i cittadini in ore per altro tanto tormentate? A voi non sembrano comportamenti quasi inspiegabili quelli attuati dal berlusconiano Franco Frattini messo da poco ai vertici del Consiglio di Stato? I cittadini intendendo quelli che ormai non non non vanno più a votare perché, tra l’altro, devono pensare in modo ossessivo a prepararsi a parare il colpo dell’aumento vertiginoso non solo delle “sbandierate” bollette di luce e gas ma del carrello della spesa che un giornalismo d’accatto descrive in raddoppio. Autorizzando tutto e il contrario di tutto in questa diceria disinformatrice.

In raddoppio” infatti vuol dire che se all’EuroSpin, dove, secondo Einstein, si faceva la spesa intelligente, prima i fagioli cannellini stavano a 29 centesimi per la confezione da 400 grammi ed ora si comprano a 0,35 non siamo di fronte ad un raddoppio (sarebbero stati 58 centesimi a confezione) ma “semplicemente” ad un fortissimo aumento che va calmierato e vigilato strettamente. I cittadini sono spinti da martellanti campagne pubblicitarie anche a mangiare altro (il Riso Venere del dottor Scotti, ad esempio ed ora a ruota anche il Riso Flora) oltre ai cannellini ma si sono visti riconoscere (per alcuni è stato così) il 1° gennaio u.s. dallo Stato l’aumento delle pensioni per l’inflazione per un miserrimo 1,7 per cento. Quando è avvenuto.

Si percepisce quindi una volontà (ma di chi e a che scopo ultimo?) di sfruttare l’emozione per provocare un corto circuito su un’analisi razionale e, infine, sullo stesso senso critico dell’individuo. Questo perché (spero che non proviate a smentirmi) l’uso del registro emotivo permette di aprire la porta d’accesso all’inconscio per impiantare o iniettare (impiantare? iniettare?) idee, desideri, paure o semplici timori, certamente compulsioni per, infine, indurre comportamenti. A questo è servito prioritariamente la formazione di un gruppo di potere come Mediaset e l’attività sinergica di Forza Italia. Indurre comportamenti quindi attraverso le televisioni, i giornali, lo spettacolo. Senza lasciare nulla al caso. Grani oggi in versione complottista? Direi proprio di no, perchè, come sempre quando scrivo (male) o parlo (meglio), o c’ero o ho le pezze d’appoggio. Come in questo caso.

Mancano pochi giorni all’elezione del nuovo Presidente della Repubblica che, se tutto va bene, il “nuovo” dovrà rimanere vigile al Quirinale fino al 2029! Per secoli, quindi. Bene, oggi quando si parla sempre di più di Berlusconi e di Gianni Letta, usando le carte (adoro le carte) me ne vado indietro al 12 agosto del 1994 (faceva un cazzo di caldo) e nel rileggere “l’appunto riservato su alcuni aspetti dello spettacolo in Italia“, documento indirizzato alla gentile attenzione del Sottosegretario delegato dottor Gianni Letta, documento riservato ad esclusiva circolazione interna, redatto a cura di Angelo Zaccone Teodosi e Omissis con la collaborazione di Jaroslav Novak, mi chiedo chi sono i pupi e chi i pupari che agiscono per mantenere il pubblico (cioè i cittadini che poi devono eventualmente liberamente votare) nell’ignoranza e nella mediocrità. Dando amorevoli e numismaticamente ben pagati consigli ai potenti e ai consiglieri dei criminali. Ma come si potevano salvare i nostri compatrioti con consiglieri dei consiglieri dei criminali che consigliavano come, tramite i media e l’azione politica sinergica, condizionare la qualità dell’educazione data al pubblico in modo che fosse la più povera (cosa altro è stata la tv spazzatura del duce di Arcore se non questo?) e mediocre possibile? Cosa è servito tutto il denaro che è affluito nelle mani di Berlusconi/Dell’Utri se non a stimolare il pubblico ad essere compiacente con la mediocrità? Chi costruisce (me lo spiegate cortesemente se ne sapete più di me) i flussi informativi, e il loro trattamento, in questo Paese se non in grandissima misura il gruppo editoriale/altro che fa capo a Silvio Berlusconi e Marcello Dell’Utri? Pensate che tutto questo sia stato casuale e disgiunto da interessi, illeciti?

Nulla è stato casuale, da sempre e ovunque, ma in particolare in Italia da quando l’amico di Licio Gelli, Cesare Previti, Alberto e Marcello Dell’Utri, Sergio Lavitola, Denis Verdini, Lele Mora, Emilio Fede ha deciso di andare ad occupare lo spazio lasciato vuoto dalla fine della Prima Repubblica. E voi consentireste che il vostro puscher, spacciatore di “robba” di  pessima qualità, criminale che vi ha intossicato con qualunque sostanza ottenebrando la mente, divenisse il simbolo dell’Unità Nazionale? Sareste pronti a questo per qualche seratina con Maurizio Costanzo che biascica luoghi comuni fino a quando esalerà l’ultimo respiro? I consulenti pronti a tutto (per soldi o per fichi secchi?), Arlecchini servi di due padroni (quando due bastavano), alla Zaccone, hanno gravissime responsabilità che non vanno, dopo 28 anni, dimenticate alla vigilia del possibile orrore e dello spargimento di sangue (metaforico, metaforico state tranquilli!) che ne potrebbe conseguire. Sono questo tipo di persone, pronte a tutto per denaro, che hanno consentito a Berlusconi di sembrare per decenni un umano.

Uno che non accetta di invecchiare è già un po’ fragile ma uno che arriva a farsi trattare come una mummia vivente (dalla parrucca a scendere) per sembrare attraente è un povero squinternato. E voi vorreste affidare le sorti delle Forze Armate (compresa l’Arma dei Carabinieri) a un povero psicopatico? Gianni Letta a cui Zaccone, 28 anni addietro, scriveva è ancora, fedele alfiere/scudiero, in giro a delineare ipotesi future. Mi sembrano a guardarli, anch’io fattomi vecchio, l’Ultimo …Peron e l’occultista Lopez Rega. Senza peraltro la bella Isabelita. Diamoci un taglio e preghiamo tutti, laici e credenti, che, addolorati dalla sconfitta, muoiano quanto prima, e con dolore, nani, ballerini doppiogiochisti, amici di Putin, mafiosi, s-pregiudicati collusi con quel mondo occulto che pur di  mantenere soldi e potere ha ordito stragi e “deviazioni” continue.  

Non possiamo permetterci un David Maria Sassoli? Proviamo ad andarci vicino.

Oreste Grani/Leo Rugens