Perché durante le primarie del PD Renzi, Bersani, Vendola, Puppato e Tabacci hanno taciuto di ciò che, a quella data, non poteva non essergli noto del MPS?

LEGGERE CON SANTA PAZIENZA E GRAZIE ALLA LETTURA RICORDARE E FORSE CAPIRE. OGGI 9 LUGLIO 2016   ORESTE GRANI PIU’ PAZIENTE DI UN “NORMALISSIMO” CINESE. Come avete capito, nella mia vita, mi sono… Continua a leggere

24/ ZLABYA E IL SUO GATTO per il “Giorno della Memoria” 27 gennaio 2013

“Zlabya e il suo gatto” è una rubrica che affronta problemi e concetti con il solo metodo dell’immagine. Senza parole, intende ugualmente stimolare nella mente dei suoi visitatori, una riflessione di fondo. Nel… Continua a leggere

I ristoranti cinesi e la loro funzione “intelligente”. Agenti segreti a Parigi e Berna

Tutti, almeno una volta, avete mangiato gli involtini primavera … La creazione, a Parigi, di un’ambasciata cinese presenta un vantaggio sicuro per gli specialisti del DST e dello SDECE: possono smascherare le spie… Continua a leggere

Il “monte delle meraviglie” secondo Maurizio Crozza questa sera su La 7

Il PD, come dice Bersani, non si occupa di banche, però, i 16 membri del Comitato di Indirizzo della Fondazione Monte Paschi di Siena (che a sua volta controlla la banca) vengono così… Continua a leggere

Nemesi / Gianni Alemanno, D’Incà Levis t’ha cucinato alla cecoslovacca

Edoardo D’Incà Levis, ebreo nato a Verona ma residente dalla metà degli anni Settanta a Praga ha il profilo giusto per imbastire sulla vicenda delle mazzette per i bus una spy story. Levis… Continua a leggere

Calvi, Sindona ed Herrhausen insegnano che il mestiere del banchiere (quello di Mussari) è davvero pericoloso

Roberto Calvi (Milano, 13 aprile 1920 – Londra, 17 giugno 1982) è stato un banchiere italiano.A partire dal 17 aprile 1978, alcuni ispettori della Banca d’Italia analizzarono la situazione del Banco Ambrosiano e… Continua a leggere

Mi dispiace, questo terremoto (detto sisma) a Siena non l’avevo previsto

A dire il vero la copertina che ho pubblicato a primavera del 2011 conteneva un avvertimento. Ammetto di averlo sottovalutato. Oreste Grani  

Matti di giornata, 25 gennaio 2013

Se si considera la relazione organismo-ambiente come effetto di un’attività propriamente biologica, come la ricerca di una situazione nella quale il vivente raccoglie, invece di subirle, le influenze e le qualità che rispondono… Continua a leggere

Gesti come quelli del “folle ludopate” Luigi Preiti saranno sempre più frequenti

A proposito di moventi, tragedie personali (lo sparatore e i servitori dello Stato) e responsabilità recondite. Da mesi pubblichiamo articoli tendenti a evidenziare la gravità del fenomeno del gioco d’azzardo “suggerito” dalla diffusione… Continua a leggere

Silvio Berlusconi: «Rischio la mia vita e mi riducono la scorta». «Mps? Banca a cui voglio bene, mi diedero il mutuo»

Non avevo dubbi che Silvio Berlusconi si sarebbe accorto di rischiare la vita, giacché, non candidando Marcello Dell’Utri e Nicola Cosentino, gli amici avrebbero considerato questo gesto uno sgarro, e gli sgarri si… Continua a leggere

Il sindacalismo è una cosa, Bonanni Raffaele un’altra. È un neocatecumenale

Beppe Grillo, quasi sempre, da molti anni, ha ragione come anche  l’UFO Mario Monti, infatti ha cominciato a capire. Monti, ben consigliato da chi ne sa più di lui di comunicazione politica e… Continua a leggere

23/ ZLABYA E IL SUO GATTO – Insulto

“Zlabya e il suo gatto” è una rubrica che affronta problemi e concetti con il solo metodo dell’immagine. Senza parole, intende ugualmente stimolare nella mente dei suoi visitatori, una riflessione di fondo. Nel… Continua a leggere

Siena e Montepaschi secondo Alberto Statera. Una oscena ammucchiata, mancano solo i cavalli

Pubblico con grande piacere ma infinita tristezza l’articolo dell’ottimo Alberto Statera dedicato alla catastrofe del Monte dei Paschi di Siena. Al tema ho già dedicato numerosi post, uno per tutti: 7° / La… Continua a leggere

Non tutto è perduto: sotto le macerie del MPS che rimangano solo loro e i loro partiti! Che Mario Luzi e Ipazia non rimangano profeti inascoltati

Come i pochi (mi do anch’io allo sport nazionale di mentire sapendo di mentire perché i lettori di Leo Rugens non sono più pochi e sono anche molto attenti) sanno, da anni denuncio… Continua a leggere

Ora, veramente, Silvio Berlusconi rischia la vita

Le Parche, divinità misteriose, dicevano gli antichi Greci, tessono in telai di alabastro, con fili bianchi e rossi, una tela mortale: per dare vesti, veli, alle scintille del Cielo, alle anime. Il telaio di… Continua a leggere

La Pace realizzabile tramite la fertilità

  Scrivo queste cose sotto l’effetto dei risultati elettorali in Israele. Da me previsti ed ora confermati. Il futuro della Pace nel Mediterraneo è da affidare, piuttosto che ai ministri degli Esteri, a… Continua a leggere

Chiuse le urne in Israele, il gioco nel Mediterraneo continua

OGGI è IL 17 MARZO 2015  e tanti troppi giorni sono passati da quel 23 gennaio 2013, giorno in cui è stato postato il ragionamento nostro e di de Martini, senza che un… Continua a leggere

La società segreta del Vaticano trasforma l’oro in mattoni

La Conciliazione fu il punto d’arrivo di due esigenze diverse ma tendenti allo stesso obbiettivo. Per la Santa Sede si trattava di porre fine, con un accordo soddisfacente, che non sembrasse una resa,… Continua a leggere

Matti di giornata, 23 gennaio 2013

La follia è un viaggio che parte dal dubbio e termina nella certezza. L’uomo come entità psicobiologica deve continuamente adattarsi al mondo utilizzando le sue doti di flessibilità, meglio note a tutti noi… Continua a leggere

Dopo il risultato delle elezioni in Israele, è l’ora dell’onestà intellettuale

  Per rizoma segreto tra “questo e quello”, le volontà espresse da milioni di cittadini israeliani nelle elezioni politiche di ieri, mi evocano parole di pace necessarie e intelligenti, antiche e attualissime pronunciate… Continua a leggere

Nemesi nuova patrona di Siena. I ladri del Monte dei Paschi cominciano a pagare pegno

Inno Di Nemesi O Nemesi, ti celebro, dea, somma regina, tutto vedi, osservando la vita dei mortali dalle molti stirpi; eterna, augusta, che sola ti rallegri di ciò che è giusto, che muti… Continua a leggere

Dialogo tra un “cornuto” e un investigatore privato

Quando il citofono ruppe il silenzio con un gracchiare stridulo, K** lasciò cadere la penna sul foglio, chiuse la finestra del sito porno e si alzò per rispondere. Le gambe gli tremavano un… Continua a leggere

… e il primo fu Giuseppe Mussari ex Monte dei Paschi ex presidente ABI. Sotto a chi tocca

… e uno, direbbe il lettore di Dieci piccoli indiani, e uno. Egregio Avvocato Giuseppe Mussari, è difficile essere nemici di Ipazia Alessandrina. Chi sarà il prossimo? Oreste Grani   “Dieci poveri banchieri… Continua a leggere

22/ ZLABYA E IL SUO GATTO – UN DESIDERIO

“Zlabya e il suo gatto” è una rubrica che affronta problemi e concetti con il solo metodo dell’immagine. Senza parole, intende ugualmente stimolare nella mente dei suoi visitatori, una riflessione di fondo. Nel… Continua a leggere

Voglio essere spiegato, che cazzo ci vanno a fare questi in Parlamento?

Berlusconi non è mai stato un imprenditore ma un truccatore di dadi e di regole del gioco

È storia vecchia quella dei falsi massoni e del Monte dei Paschi di Siena. Sicuramente, essendo la Propaganda 2 nella gestione di Licio Gelli una consorteria di farabutti votati allo svuotamento delle casse… Continua a leggere

In principio era il dialogo – Il confronto tra le grandi religioni monoteistiche

Recupero un testo dall’archivio che ho salvato dalle grinfie dei vandali che volevano raderlo al suolo e azzerare, così, decine di anni di lavoro mio e dei miei collaboratori. È una intervista realizzata… Continua a leggere

Il MPS si rivela ogni giorno di più il santuario dei falsari

Ciò che fa l’originalità di un uomo è che egli vede una cosa che tutti gli altri non vedono – Friedrich Nietzche Quindi erano Ipazia Promos, Ipazia Preveggenza Tecnologica, tutti i suoi entusiasti… Continua a leggere

Eugenio Scalfari in morte dello studente Paolo Rossi: “Fascisti, comunisti, cattolici, socialisti, divisi da mille cose, ma uniti nel tentativo di falsificare i risultati delle elezioni”

La scena dell’ormai anziano Oreste Scalzone che omaggia con pugno chiuso e canto dell’Internazionale la bara di Prospero Gallinari, mi evoca il recente funerale di Pino Rauti con braccia tese, baschi e “Presente”… Continua a leggere

Rischioso fare il presidente degli Stati Uniti d’America

“I’m proud to be president of the United States” Biden told his supporters at the Iowa State Society inauguration ball yesterday. 20.1.13 La gaffe del vice presidente degli Stati Uniti Joe Biden, autodefinitosi… Continua a leggere

Quando i documenti top-secret relativi alle transazioni di traffico d’armi con l’Irak, erano “marchiati” Perugina. Un nome come un altro, l’importante era che fosse italiano

I lettori del blog sanno che sono goloso di Nutella come è stato facile dedurre da i riferimenti fino ad oggi fatti alla divina mistura. Sono, da sempre, un estimatore della Perugina e… Continua a leggere

Acque superiori e pure

Come promesso nel post (La cultura matrice dell’etica, a Siena) proseguo nella pubblicazione degli articoli pubblicati nei cinque allegati al periodico senese “ZOOM”, realizzati in occasione delle elezioni amministrative del 2011. Buona lettura.… Continua a leggere

21/ ZLABYA E IL SUO GATTO – LOVE METAL

“Zlabya e il suo gatto” è una rubrica che affronta problemi e concetti con il solo metodo dell’immagine. Senza parole, intende ugualmente stimolare nella mente dei suoi visitatori, una riflessione di fondo. Nel… Continua a leggere

Cosa siamo andati a fare in Iraq se non portiamo a casa una goccia di olio?

Perché riporto in fondo al post l’articolo “Eni, corsa a ostacoli in Iraq per estrarre il petrolio e il gas” dell’1.11.12? Semplice, perché il silenzio che circonda i fatti riportati danno la dimensione… Continua a leggere

Domani si vota in Israele. Pier Luigi Bersani è muto in politica estera. Cioè in quello che conta

Se è vero come è vero che la crisi economica che stiamo vivendo ha le sue ragioni e radici (come tutte le crisi che verranno) in una complessità internazionale (la globalizzazione, per intendersi)… Continua a leggere

Chi la spara più grossa: Franco Nero o Frederick Forsyth?

Franco Nero: indago sul cannone di Saddam “L’Inghilterra ha riscoperto il mio Django…” (Corriere 22.3.1993) Il caso vuole che abbia incominciato a leggere Il pugno di Dio di Frederick Forsyth (romazo del 1994… Continua a leggere

20/ ZLABYA E IL SUO GATTO – LA VERTICALE

“Zlabya e il suo gatto” è una rubrica che affronta problemi e concetti con il solo metodo dell’immagine. Senza parole, intende ugualmente stimolare nella mente dei suoi visitatori, una riflessione di fondo. Nel… Continua a leggere

Un pensiero interessante su “Perché tre donne curde…”

Io mi chiamo fausto, e sono modenese; sono un geologo ignorante – nel senso che la mia formazione mi ha permesso di capire che non so quasi nulla del mondo intorno a me.… Continua a leggere

Non facciamo scherzi! Mai Massimo D’Alema al posto che fu di Sandro Pertini

Si avvicina la data delle elezioni e con essa la problematica relativa a chi sarà il nuovo Capo dello Stato. Ho già detto la mia su Giuliano Amato quale eventuale candidato il 12… Continua a leggere

Pappato il Monte dei Paschi ai senesi non rimarrà che mangarsi i cavalli del Palio. Cari contradaioli eccovi una ricetta

Mps taglia i soldi al Palio da Siena sale la protesta Via il protettorato e 15mila euro a rione. Protestano il sindaco uscente Franco Ceccuzzi e la Lega Nord locale: “Decisione sbagliata e… Continua a leggere

Un pensiero competente sul bagno di sangue in Algeria e in Mali

Ricevo cortesemente da Lorenzo Declich, persona che, per strumenti culturali e passione civile, ritengo sia un profondo conoscitore della materia, le considerazioni che trovate di seguito. Oreste Grani

Perché Lola Pagnani ritiene che qualcuno abbia ucciso suo padre, Enzo?

24 gennaio 2016 Da questa mattina centinaia di accessi si verificano su questo post, ritengo per un qualche interesse professionale legato all’artista Lola Anna Pagnani. A suo tempo ho scritto quanto il mio… Continua a leggere

Perché tre donne curde sono state ammazzate, una notte di gennaio, a Parigi

  Nella notte tra il 9 e il 10 gennaio 2013, Leyla Soylemez, Sakine Cansiz (una delle fondatrici del Pkk di Abdullah Ocalan) e Fidan Dogan, rappresentante in Francia del Congresso nazionale del… Continua a leggere

Dedicato al Movimento 5S. L’acqua e l’arte ci riguardano tutte e tutti.

Grazie alla rete ho potuto sentire e vedere in diretta, da Brindisi, un Beppe Grillo in splendida forma durante il suo Tsunami Tour elettorale. Il Movimento 5S è a favore della difesa dell’acqua… Continua a leggere

I silenzi della Francia nella tragedia di Ustica

Rosario Priore su Ustica: “Mah, la Francia non ha collaborato; moltissime domande sono rimaste inevase. Gli Stati Uniti hanno risposto a tutte le 99 rogatorie che io ho fatto, ma nerettando (con degli… Continua a leggere

Quella volta che Gelli fu “Lucio” e non “Licio”

Giovanni Bianconi, poi divenuto noto ai più per aver scritto Ragazzi di malavita – Fatti e misfatti della banda della Magliana (Baldini e Castoldi, prima ed. 1995-97) con una prefazione di Gianni De… Continua a leggere

La cultura matrice dell’etica, a Siena

Un silenzio assoluto da mesi è calato sul cosiddetto dibattito politico pre elettorale e sulle eventuali strategie culturali atte a preservare il nostro petrolio. È come se, in Arabia Saudita, si tacesse su… Continua a leggere

11/IMBARAZZISMI – “Vu cumprà” mania

Dal delizioso volumetto “Imbarazzismi” di Kossi Komla-Ebri La parte fotografica è una scelta estetica che ho desiderio di fare e che non voglio, ipocritamente, giustificare. È ciò che è. E basta. Oreste Grani… Continua a leggere

19/ ZLABYA E IL SUO GATTO – PERCENTUALE

“Zlabya e il suo gatto” è una rubrica che affronta problemi e concetti con il solo metodo dell’immagine. Senza parole, intende ugualmente stimolare nella mente dei suoi visitatori, una riflessione di fondo. Nel… Continua a leggere

Djerba la dolce accoglie il Mossad

Mentre Gheddafi si impadroniva della Libia nel novembre 1969, io scoprivo la bellezza di Djerba la dolce. Quasi un milione di palme, gli italiani della Vianini spa che costruivano villaggi turistici, aeroporto improponibile per… Continua a leggere