C’è “gaglioffo” e “gaglioffo” ovvero come il termine sia passato dall’essere usato da Scipione (per Nevio) a Leo Rugens (per Briatore)

Dalle “Notti attiche” di Aulo Gellio, a modo mio (ma nulla falsando), racconto di quando, per la prima volta nella Storia e nella letteratura (così a mio insindacabile giudizio sostengo) sia stato usato… Continua a leggere