Il M5S deve tornare a considerarsi un organismo vivente e quindi necessitante di un cervello

Moltissima gente, in condizioni climatiche avverse, è andata a votare in Veneto. Numerosa anche in Lombardia. Mi sembra un segnale forte di come le truppe di riserva della democrazia (quelli che si sono… Continua a leggere

A Malta vanno solo donne

Ci segnalano un comunicato e doverosamente lo pubblichiamo. Comunicato secco, esaustivo, che non dovrebbe lasciare spazio ad equivoci. Sarebbe però interessante capire perché ad una missione così delicata non partecipano tutti i membri della… Continua a leggere

Il senatore Giarrusso (M5S) non va lasciato solo, particolarmente nel caso Daphne Caruana Galizia!

Audace l’amica collaboratrice Dionisia! Da donna a donna (Dafne e Dionisia) evidentemente deve essere scattata una simpatia, una stima e ora un vero lutto partecipato. Anche Leo Rugens è incazzato nero e sta… Continua a leggere

Che cosa ci va a fare a Malta la Commissione antimafia?

Che la Commissione antimafia si rechi a Malta il 23 e 24 ottobre è una notizia che a oggi ha interessato soprattutto le società che si occupano di riciclaggio legalizzato (leggi giochi on… Continua a leggere

Ma di quale Banca d’Italia state parlando?

  Si legge sul quotidiano Il Sole 24 Ore (quello editato da una società con i conti non proprio ben gestiti) che si devono lasciare fuori da via Nazionale-Banca d’Italia i partiti, per… Continua a leggere

Malta, ‘ndrangheta, azzardo e cyber-war

Originally posted on Leo Rugens:
NEW YORK – Due hacker italiani finiscono in prima pagina sul New York Times. Luigi Auriemma, 32 anni, e Donato Ferrante, di 28, sono due figure emblematiche della…

E Malta comincia a battere criptovaluta per Astana

Tutto ruota attorno al progetto definito tra l’Astana International Financial Center (Aifc) e la società maltese Exante, che prevede un accordo di cooperazione per sviluppare il mercato delle criptovalute in Kazakhstan e far… Continua a leggere

Visco o non Visco, basta che la smettiamo con i massoni sanguinari annidati in Banca d’Italia

Ha ragione Matteo Renzi: nel settore delle banche (cioè nella vita stessa del Paese produttivo e non solo) da decenni è successo di tutto. Morti ammazzati compresi. A cominciare da Roberto Calvi, passando… Continua a leggere

Il Napoli (anche quando perde) gioca il migliore calcio d’Europa e il suo Sarri mi è molto simpatico

Cose sapete non sono solito interessarmi di calcio. Di calci da affibbiare ad alcuni che occupano con violenza e volgarità le Istituzioni repubblicane quasi fossero cose loro, avrei spesso voglia. Dicevo che, solitamente,… Continua a leggere

9.11 – Il tramonto del semtex

Originally posted on Leo Rugens:
Il semtex  è un esplosivo plastico di brevetto cecoslovacco usato dall’ex Armata Rossa ed in generale dalle forze armate del disciolto Patto di Varsavia, oltre che da varie organizzazioni terroristiche tra il…

Mariano Rajoy e l’uso dell’art.155 che precede il bagno di sangue catalano

Quello che si disvela sempre più (e l’Europa non è da meno e tantomeno la Spagna di Rajoy) è un mondo dominato da cartomanti/maghi/astrologhi/ciarlatani che si spacciano per sapienti e che, viceversa, sono… Continua a leggere

Sembrano volare stracci e la condizione del Paese è che chiamiamo “straccio” anche la Banca d’Italia

La coppia degli ex (?) fidanzatini del Governo a guida di un pezzo (il loro) del PD, ha aperto la vera campagna elettorale dopo aver contato i voti alla Camera per il Rosatellum… Continua a leggere

Cosa lega quell’ipocrita di Tony Blair alla morte di Daphne Caruana Galizia

Niente e tutto. Certamente la coraggiosa giornalista investigativa non è stata fatta saltare in aria perché aveva lasciato un fidanzato dopo aver scoperto di essere stata tradita. Questa morte (più di altre) è… Continua a leggere

Sicilia: un voto certamente condizionato dalla mafia

Chi non crede che in Sicilia non si è mai votato, a cominciare dal referendum Monarchia o Repubblica, senza il condizionamento della Mafia, o è un mafioso, o un povero demente a cui… Continua a leggere

Italy’s real problem isn’t populism. It’s organised crime – Daphne Caruana Galizia

Renzi’s defeat in the Italian referendum has set off a chain reaction of newspaper articles describing how this could endanger the euro and risk a financial crisis, how populism is the result of… Continua a leggere

R.I.P Daphne Caruana Galizia, donna coraggiosa

Miliardi di dollari, di petrodollari, dall’Azerbaigian al premier maltese Muscat, queste le accuse che sarebbero costate la vita a Daphne Caruana Galizia. Il maggiore paese caucasico possiede due sole ricchezze: la posizione geografica e… Continua a leggere

Cosa lega la redazione di questo blog a Paolo Messa, intelligente ideatore del magazine Formiche?

Da alcuni anni (e non quindi in qualche casuale occasione) il magazine “Formiche” di Paolo Messa, arriva spesso buon secondo rispetto a cose che faccio o penso. Un giorno saprò perché. Banalmente, questo… Continua a leggere

Politica estera e Ur-lodges. A proposito di quel nemico dell’Italia di Valery Giscard d’Estaing 

   Un consiglio ai miei lettori. Chi ne sa più di me sostiene che se si vuole misurare la politica di un paese  verso un’altro esiste un test pressoché infallibile. Se due paesi… Continua a leggere

Trump e la maionese iraniana

Trump che deve aver preso una musata sulla questione coreana, si gira verso l’Iran. L’Iran confina geograficamente con un numero importante di Stati, tutti Paesi con storie complesse che certamente non aiutano a stabilizzare… Continua a leggere

La Sicilia e i siciliani si meritano una vasta visione politica degna della loro storia e del loro ruolo mediterraneo

    In questi ultimi cinque anni (è da quando sostanzialmente esiste questo blog) ho provato sommessamente a suggerire (immaginandoli dotati di macchine intelligenti capaci di recuperare in automatico dalla rete qualche suggestione… Continua a leggere

Ritengo di non sbagliarmi a diffidare di chi dichiara che sono stati fatti buoni accordi con i libici

Migliaia di bambini affidati alle onde del mare da genitori che li hanno amati tanto da decidere di dargli una speranza di vita ad alto tasso di rischio “perdendoli”. Cazzate su cazzate quelle… Continua a leggere

Introduzione alla storia di Terni – Pompeo De Angelis

Ho cominciato a scrivere la Storia di Terni nel 2005. Anzi ho cominciato a raccontarla! Il primo volume intitolato “Dalla preistoria alla formazione del comune medioevale” è nato da un ciclo di conversazioni… Continua a leggere

Ribadisco per amore di Verità: Pierluigi Piccini – con largo anticipo – aveva avvertito di quanto sarebbe accaduto a Siena e nel MPS

Quando metto nero su bianco (ma potrei usare altri colori che quelli della pavimentazione dei templi massonici) che questo groviglio senese (incendi, fallimenti ed ora perfino ipotesi di omicidio) non trova soluzione se… Continua a leggere

Terni e l’acciaio nella visione di Pompeo De Angelis

Il lavoro di Pompeo De Angelis, storico ed in particolare lo “Storico di Terni”, non ha sosta. Il mio amico (lo dico con orgoglio e autorizzandomi a tale espressione), non molla e, pur… Continua a leggere

Pierluigi Piccini (MPS e  David Rossi) parli ora o taccia per sempre

In queste ore ho rivisto, in video e in tv, Pierluigi Piccini, già, per non pochi anni, sindaco di Siena. Altri anni, prima di quando fosse eletto sindaco, Piccini li aveva vissuti, da… Continua a leggere

Anche noi – branchetto di Leoni e di Leonesse – saremo in piazza!

In piazza dice Luigi Di Maio. E intende Piazza Montecitorio. In piazza del Pantheon, a cento metri di distanza, si riunisce ciò che rimane della sinistra.  Forse è ora di scavare un canale… Continua a leggere

Che inenarrabile casino, di Ionesco andò in scena il 14 novembre del 1973. A Parigi e non a Siena. Ma poteva debuttare a Siena

Ho scritto in un recente post che oggi ripubblico intero-intero che uno dei problemi di questo Paese che “dopo” i comportamenti illeciti di molti intoccabili della casta, il tempo, i soldi, le abilità… Continua a leggere

L’ILVA, i nostri compatrioti  che non devono essere licenziati e quel trombone sfiatato di Landini

Originally posted on Leo Rugens:
Se un marginale e ininfluente blogger (Leo Rugens), parlando con gli amici e con qualche addetto ai lavori, da quasi un anno sosteneva che dietro al prevedibile passaggio…

A proposito di Giancarlo Elia Valori, Nicolò Pollari, Antonio Catricalà ed il gigante Edgar Morin

Il 5 giugno del 2002, nella mia semplicità, anch’io (con i miei collaboratori) scesi a Vibo Valentia, come si prepara a fare Giancarlo Elia Valori ma solo il 28 ottobre del 2017. Per… Continua a leggere

Valori, il massone più potente d’Italia, il 28 ottobre scende a Vibo Valentia

Il 28 ottobre 2017, alle ore 17:00 a Vibo Valentia, in una sala del complesso Valentianum, a Piazza San Luca, Giancarlo Elia Valori (proprio lui!) presenta il suo ultimo libro “Geopolitica dell’Incertezza“. Il… Continua a leggere

Cesare Geronzi se potesse voterebbe in Sicilia Nello Musumeci

In questi giorni anche un delinquente (è definitivo) sfrontato come Cesare Geronzi, ha conosciuto l’onta della condanna. Geronzi è stato punito per comportamenti tenuti nei decenni addietro, attività losche (ma determinanti in quei… Continua a leggere

Ci siamo? Only 4 Justice, in memoria (viva) di Giovanni Falcone

Leggete e ancora leggete. Leggete e fate leggere. Nel lavoro di approfondimento e di analisi intelligente di Stefania Limiti, si sente odore di verità e di riscontri certi, atti a punire finalmente chi… Continua a leggere

Ricorda sempre questo, Sepharad – Pompeo De Angelis

Ricordo la Catalunya come ricordo Salvador Espriu: gli affetti della mia giovinezza. Questi sono i versi di Espriu su Sepharad (Sepharad toponimo biblico che indica la Spagna.) Ricorda sempre questo, Sepharad: Fa che… Continua a leggere

L’ILVA, i nostri compatrioti  che non devono essere licenziati e quel trombone sfiatato di Landini

Se un marginale e ininfluente blogger (Leo Rugens), parlando con gli amici e con qualche addetto ai lavori, da quasi un anno sosteneva che dietro al prevedibile passaggio di proprietà dell’ILVA, si preparava… Continua a leggere

In un solo data base i libri letti da Bambara, quelli letti e scritti da Limiti, i tabulati delle macchine auto-apprendenti di Genchi

Sogno di mettere in un solo data-base intelligente (e so che dei miei amici sarebbero capaci e pronti a costruirlo artigianalmente) 80 libri sul concetto di segreto (anche alcuni romanzi dedicati al tema),… Continua a leggere

Vi siete fatti spernacchiare anche dal Brasile e da Cesare Battisti

Questa volta la “Macchina del tempo” di mia invenzione la devo usare per citarmi e per provare a farvi ricordare, ancor una volta, quanto la politica estera di un Paese sia il vero… Continua a leggere

Le Iene contro Domenico Rossi e Giuliano Amato

  Al pensiero chiediamo, a buon diritto, di dissipare l’oscurità, di portare ordine e chiarezza nel reale, di svelare le leggi che le governano. La parola “complessità” non può far altro che esprimere… Continua a leggere

Cesare Battisti arrestato: non buttiamo l’occasione!

Cosa io pensi del delinquente Cesare Battisti è di facilissima deduzione andandosi a leggere post tipo: DIO LI FA E POI LI ACCOPPIA: DOPO CHE VI SIETE PRESI VALERIO MORUCCI, POTRESTE ACCOGLIERE CESARE BATTISTI – IN BRASILE… Continua a leggere

Silvio Berlusconi è morto e non lo sa!

Silvio Berlusconi è morto e non è un falsa notizia per procurare allarme nel Paese, reato gravissimo! Gli unici che non lo sanno, sono lui e alcuni che si ostinano, nei sondaggi, ad… Continua a leggere

Evviva il pensiero repubblicano di Catalogna e del suo fiero popolo. I monarchici mandano l’esercito

La vedo malissimo, scrivevo in chiusura del post RAJOY, MASSONE ANTIDEMOCRATICO, AFFILIATO ALLA PAN-EUROPA, È IL RESPONSABILE PRIMO (CON IL RE) DELLA REPRESSIONE A BARCELLONA. Dopo l’annuncio che i monarchici madrileni si preparano a schierare… Continua a leggere

La questione è di metodologia investigativa: anche nel caso Amanda Knox questa carenza è evidentissima

Originally posted on Leo Rugens:
Se uno cercasse nell’archivio di Leo Rugens cosa noi pensavamo del caso “Cucchi” troverebbe che, a prescindere dalla formale assoluzione in appello di tutti gli imputati, a suo…

Filippo VI, Re di Spagna (mi vergogno a scrivere questa “buffonata”) si assume la responsabilità di dare fuoco alle polveri

            La Catalogna repubblicana (è questo il problema insormontabile per i monarchici madrileni) oggi tutta, con lo strumento dello sciopero generale politico (vedete a cosa serve e quando… Continua a leggere

Il re di Spagna (non viene da ridere solo a leggere questa espressione?) è pronto a reprimere la gente di Barcellona

Originally posted on Leo Rugens:
Ma quale Europa potrà mai essere un’Europa dove la polizia di un re può negare la volontà popolare repubblicana di milioni di cittadini con alto livello di consapevolezza…

Monarchia o Repubblica in Spagna? E nel resto del Mondo?

Originally posted on Leo Rugens:
Questo è il problema. Sento parlare di legittimità da parte di gentarella che va in televisione che ritiene che uno che è nato re sia legittimato a qualcosa.…

A proposito di Università

Un amico, db, che ha dedicato la propria vita allo studio dei filosofi, all’insegnamento, oltre che a una perenne pratica della seduzione filosofica e non, con  intelligenza, ironia ed erudizione ha consegnato al… Continua a leggere

La Carneficina di Las Vegas e non solo

Se c’era bisogno di un’altra prova della vulnerabilità di qualunque Paese, di qualunque popolazione in qualunque città, siete serviti. Las Vegas con i suoi 58 (in crescita) morti e oltre 500 ferirti ne… Continua a leggere

Rajoy, massone antidemocratico, affiliato alla Pan-Europa, è il responsabile primo (con il re) della repressione a Barcellona

La Spagna come la conosciamo, da oggi, è fritta e con essa l’arroganza del massone Mariano Rajoy. L’oligarchia monarchica spagnola, per sua stessa natura istituzione antidemocratica, ha mostrato tutta la sua natura sanguinaria.… Continua a leggere

Monarchia o Repubblica in Spagna? E nel resto del Mondo?

Questo è il problema. Sento parlare di legittimità da parte di gentarella che va in televisione che ritiene che uno che è nato re sia legittimato a qualcosa. Ma non vi sentite ridicoli… Continua a leggere

Quando venne ucciso Carlo Alberto Dalla Chiesa a Palermo giravano migliaia di miliardi di lire

In queste ore i vertici del’Arma dei Carabinieri, unanimemente, provano a ricordare il gen. Carlo Alberto Dalla Chiesa, ucciso il 3 settembre 1982, con modalità e volontà da parte degli assassini di lasciare… Continua a leggere

Zone d’ombra se non buie: il PCI e le tangenti ENI. Il PCI e la P2. Il PCI/CGIL e il tragico biennio 1977-78

Un’organismo complesso e burocratizzato come l’Ente Nazionale Idrocarburi (ENI) sogno abbia nei suoi archivi segretissimi e chissà dove allocati, i nomi dei destinatari della tangente certamente pagata di 15 miliardi di lire al… Continua a leggere