Lorenzo Cesa? Non credo che ci sia qualcuno peggio di lui

Originally posted on Leo Rugens:
  Cesa? Ma chi? Cari lettori e nemici nell’ombra, in questi giorni convulsi state leggendo, ascoltando, subendo, valutando le attività partitico-criminali (altro non credo che professionalmente abbia mai…

Senza punti di riferimento? Parlate per voi

  E poi non tanto dalla confusione determinata dalle scelte dei singoli parlamentari ma dalla inadeguatezza di troppi giornalisti che si improvvisano commentatori generando un groviglio di difficilissima lettura, spunta l’intuizione di Paolo… Continua a leggere

Tecnicamente si chiama “avere la faccia come il culo”

Tecnicamente si chiama avere la faccia come il culo se si arriva a dare del paramafioso/dell’incompetente (questo più che possibile), dell’indulgente al vostro Leo Rugens e poi, per una visione rancorosa e pusillanime… Continua a leggere

I servizi al servizio del Premier? Forse è ora di cambiare

Alcuni giornali/editori titolano (e fanno scrivere articoli ai loro professionisti) a proposito di dirigenti/funzionari dei servizi che invece di avere a cuore esclusivamente la sicurezza dello Stato, si “impicciano” di chi far votare… Continua a leggere

All’ombra della dea Turrita

  Mentre una classe dirigente, in maggior parte costituita da stracciaculi mentali, si accapiglia per arrivare a sedersi e, nel farlo, sentirsi qualcosa o qualcuno, all’ombra della Dea Turrita vivono giovani donne e… Continua a leggere

A proposito di giustizia e di rapporti (di potere) tra professori universitari – Il caso Borso/Reitani + Vallerani

Massimo Vallerani “è professore in storia medievale presso la medesima università [Torino] dal marzo 2005. Gli interessi verso la storia della giustizia e i rapporti con le strutture sociali e politiche hanno costituito… Continua a leggere

Lorenzo Cesa? Non credo che ci sia qualcuno peggio di lui

  Cesa? Ma chi? Cari lettori e nemici nell’ombra, in questi giorni convulsi state leggendo, ascoltando, subendo, valutando le attività partitico-criminali (altro non credo che professionalmente abbia mai fatto se non il complice/palo… Continua a leggere

Il caso del suicidio/omicidio di Attilio Manca non è chiuso! Punto e a capo

  La reattività della rete, a volte, sorprende anche me che delle fonti aperte e del loro uso attento penso di aver saputo fare teoria e prassi. Dopo pochi minuti che avevo postato… Continua a leggere

Un post più amaro del solito. Io comunque li aspetto sulla riva del fiume

Bisogna prepararsi a smentirli, ricordandogli cosa avrebbero potuto fare e cosa non hanno fatto. Ripeto: cosa avrebbero potuto fare, forti di oltre 300 parlamentari e il sostegno “innamorato” di 11 milioni di italiani,… Continua a leggere

La vicenda di Attilio Manca opportunamente riesumata da Paolo Borrometi

Strano tutto in questa vicenda della morte di Attilio Manca ma soprattutto che ci siano persone “normali” (professionalmente e istituzionalmente parlando) che credono agli asini che volano. Tipo che un macino puro, se… Continua a leggere

Chi siamo: bla bla bla. In realtà, noi chiediamo: chi sono Maurizio Venafro e Natale Pierluigi Arcuri?

  Questo Arcuri (Natale Pierluigi) non ha niente e che fare con Domenico Arcuri, se non che anche lui è di origini calabresi. Il che ad evitare malintesi, non è certo una colpa.… Continua a leggere

Al via il maxiprocesso contro la ‘Ndrangheta

Si apre il maxiprocesso (oltre 350 criminali rinviati a giudizio) e la ‘Ndrangheta un primo successo “tattico”, siamo costretti ad ammetterlo, l’ha ottenuto: nessuno dei signori del governo Conte ha ritenuto di fare… Continua a leggere

Luigi Di Maio/Giuseppe Grillo: missione compiuta

La “degenerazione partitocratica” (intuita da Giuseppe Maranini e Randolfo Pacciardi nei primi anni Sessanta) non è certo finita.  Se ne volete una testimonianza certa tenete conto chi sono le personalità (in realtà si… Continua a leggere

Come hanno fatto per 7 anni a fottere Finmeccanica, i vertici militari e la vigile politica?

Si legge relativamente ad una notizia fresca di giornata: Un’indagine sulle forniture al gruppo Leonardo, considerata parte lesa nell’inchiesta, ha portato i militari del Nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di finanza di… Continua a leggere

Ho letto, sin dal 2009, di un piano antipandemico della GSK. Che fine ha fatto?

Se questo fessacchiotto di Leo Rugens scriveva fin dal 2013 che si sarebbe dovuta fare, in caso di pandemia, una massiccia campagna di vaccinazione a cominciare proprio dal personale sanitario, perché ora che… Continua a leggere

Tra Leo ricoverato contestualmente a Tofalo e Saccone, se ci fosse da scegliere, lascereste morire Grani?

Provate a tenere in un solo “ragionamento” quanto è accaduto o potrebbe ancora accadere negli USA (vedi l’attento post di Alberto Massari OH OH, MI È SEMBLATO DI VEDELE UN GOLPE!), la signora Angela… Continua a leggere

Rocco Casalino e l’azzardo di Stato

Rocco Casalino (non Siffredi quindi), fottendosene di ogni conseguenza sulle vite già precarie di milioni di Italiani, spinge verso la rissa e verso spettacolari sfide violente da attuarsi con la conta in Parlamento… Continua a leggere

Oh oh, mi è semblato di vedele un golpe!

“Gli Stati Uniti furono il risultato di un’unione più o meno volontaria di Stati e, fino a quando l’autorità presidenziale non si affermò nel corso del diciannovesimo secolo, il governo a Washington fu… Continua a leggere

Google, Luttawak, COVID 19 e Leo Rugens. Per ora 8° il nostro recentissimo post

In 23 ore di presenza nella rete siamo entrati (per ora in posizione “bassa” – ottavi – ma non si può avere tutto e subito) nella prima schermata del motore di ricerca Google… Continua a leggere

La politica senza moralità è generatrice di rovina spirituale e materiale

Affermazione che, vista l’aria che tira da decenni, vi farà certamente sorridere ma che ogni giorno di più ritengo vera e illuminante. Direi indispensabile, se si vorrà agire in politica. In questo post… Continua a leggere

Edward Luttwak? Altro che COVID 19!

La pandemia quindi, come questo marginale e ininfluente blogger sostiene da mesi, è assolutamente fuori controllo. Ormai, spaventati, cominciano ad ammetterlo. Come cominciano a dover ammettere che il turismo è tornato a prima… Continua a leggere

Pensieri della domenica

Mi sono preso la libertà di fare una lunga citazione dal saggio del prof. Paolo Sellari, “Geopolitica Intelligence Alimentazione”, colpito innanzitutto dal dato a me sconosciuto concernente la composizione del Pil globale dove… Continua a leggere

Bande ieri, oggi, domani

Realismo, oggi, significa saper pensare in modo paradossale ed estremo. La realtà della crisi di regime non si afferra con sotterfugi “dialettici”. Attenersi ai fatti richiede un’immaginazione non ordinaria. Intervenire su di essi,… Continua a leggere

Un pranzo al Quirinale – 17.11.1986

E poi ci fu l’incontro con il presidente della Repubblica italiana.Quando l’attaché culturale dell’ambasciata italiana a Londra mi chiamò per informarmi che il presidente Cossiga era un mio ammiratore e voleva invitarmi a… Continua a leggere

Ed ora che Trump ha le mani insanguinate come la mettiamo?

  Quando nel lontanissimo (ma così attuale a causa dei quattro morti di ieri a Washington) 25 gennaio 2016 postavo l’articoletto STEFANIA LIMITI SEGNALA UN GRAVE PERICOLO IMPLICITO NELLA “RESISTIBILE ASCESA” DI DONALD TRUMP… Continua a leggere

Scarsa organizzazione nella campagna vaccinazioni?

Scarsa organizzazione nella campagna vaccinazioni? E in cosa si doveva arrivare a mostrare una qualche capacità organizzativa se non nella campagna strategica per provare a invertire la tendenza del virus a devastare le… Continua a leggere

Assassinio Regeni. La magistratura egiziana: processo inutile. Farnesina: parole irricevibili

  Temo che le parole ipocritamente verranno respinte ma, viceversa, sostanzialmente, saranno accettate. Se andrà in altro modo possiamo solo che esserne felici.  Si avvicina l’anniversario del rapimento (25 gennaio 2016), dell’imprigionamento illegale,… Continua a leggere

La puntata di Report è stata “ricca” come segnalavamo

  Mi ero permesso di richiamare l’attenzione sulla trasmissione Report del 4 gennaio u.s. Non solo ritengo di aver fatto bene, ma ho piacere a segnalarvi (chi si loda si imbroda? Mi cambierò… Continua a leggere

Apriamo la caccia ai cretini

In questi anni ho scritto alcuni (pochi) post dedicandoli ad Arturo Diaconale, e li ho redatti e pubblicati quando era vivo. E non erano certo articoletti generosi. Ora che Diaconale è mancato mi… Continua a leggere

Ed ora il post promesso dedicato a Piero Verni, viaggiatore e intellettuale complesso

Il post che trovate a seguire ha una natura prettamente politica. Come direbbero quelli che se ne intendono, geopolitica. Geopolitica e visionaria. Anzi, meglio, preveggente. Preveggente e nostalgica. Colgo l’occasione di salutare l’amico… Continua a leggere

Ancora su Teo Luzi, tra pochi giorni alla guida dell’Arma dei Carabinieri

Ancora pochi e il Gen. Teo Luzi assumerà il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri. Riceve il testimone, con onere per entrambi, dal Gen. Gianni Nistri.  Per motivi autobiografici (sto mettendo in ordine alcuni… Continua a leggere

Duello sui servizi

E su cosa dovrebbero litigare se non su chi possa usare personalmente i servizi per minacciare l’altro, ridurlo a più miti consigli, fargli intendere che si è pronti a chiamare il direttore di… Continua a leggere

Il 4 gennaio 2021 attenzione a Report di Ranucci

  Il 4 gennaio 2021, Report, a dire di Sigfrido Ranucci, scriverà una pagina storica nell’informazione capace di alzare i veli che hanno impedito al popolo italiano di conoscere quale rete di invisibili… Continua a leggere

Ieri oggi e domani non deve rimanere solo il ricordo di Sofia Loren che magistralmente si spoglia

All’inizio dell’anno ci si dovrebbe misurare con le previsioni sul futuro prossimo venturo. Non da astrologi cazzafrulloni ma in spirito vitale intendendo che pensare al futuro allevia, tra l’altro, dal peso del presente… Continua a leggere

Chi comanda in Italia? Saprà rispondere a questa domanda Avril Haines?

  Insistere a voler mantenere nella propria agenda quotidiana anche l’impegno di seguire personalmente il divenire complesso delle cose attinenti la Sicurezza dello Stato (cioè, tra l’altro, i Servizi Segreti) denota, da parte… Continua a leggere

La denuncia di Piera Aiello ospitata dalla testata elettronica INFOSEC

La testata elettronica INFOSEC (ha un notevole e qualificato seguito nel web), ideata, diretta ed animata dal Gen. Umberto Rapetto, accoglie un intervento dell’On. Piera Aiello, accompagnando il pezzo, per chi non conoscesse… Continua a leggere

Aspettare l’inaspettato è compito di una vera classe dirigente

  Aspettare l’inaspettato è compito di una vera e matura classe dirigente. E soprattutto essere pronti a rispondere all’inaspettato quando esso si presenti. Questo lo diceva Antony Fauci già nel 2012 a proposito… Continua a leggere

È morto l’agente del KGB George Blake, o Behar che dir si voglia. Aveva 98 anni e aveva vissuto intensamente

In questi giorni, oltre a Giorgio Galli, politologo italiano attento alle questioni legate anche alla “guerra fredda“, è morto un super personaggio del mondo delle ombre: George Blake, comunista ed agente del KGB… Continua a leggere

Recuperiamo in rete un ragionamento dell’On. Piera Aiello che riteniamo giusto fare nostro

LO STATO RISPARMIA SULLA PELLE DEI TESTIMONI DI GIUSTIZIA. ECCO PERCHÉ LA NUOVA LEGGE È VERGOGNOSA Oggi voglio spiegarvi perché la nuova legge sui testimoni di giustizia – voluta dall’ex sottosegretario all’Interno, Luigi Gaetti, con l’avallo… Continua a leggere

Comunicato congiunto delle deputate del Gruppo Misto, Piera Aiello e Alessandra Ermellino sul voto in Calabria

CS – CALABRIA, AIELLO E ERMELLINO (MISTO): «VOTO A FEBBRAIO? DEMOCRAZIA A RISCHIO» Comunicato congiunto delle deputate del Gruppo Misto, Piera Aiello e Alessandra Ermellino sul voto in Calabria: «Pare che anche il… Continua a leggere

Perché Fauci arriva a dire che il peggio deve ancora venire?

E perché, viceversa, qualcuno (in realtà molti politici entusiasti della possibilità) in Italia arriva a dire che entro settembre (sarebbe il nono mese dell’anno) i nostri compatrioti resi immuni saranno 42 milioni (vuol… Continua a leggere

Qualcuno è intervenuto per fermare la follia delle elezioni calabresi il 14 febbraio p.v.?

Il “come al solito” è l’espressione che più ci preoccupa nelle dichiarazioni di Antonino Spirlì perché se dovesse andare “come al solito” sarebbe la solita fregatura per i calabresi e non “un grande… Continua a leggere

In morte di Giorgio Galli nemico dell’oblio indiscriminato

Ieri è morto Giorgio Galli, nato a Milano nel 1928 e per tutti questi anni, grande maestro di chiavi interpretative utili ad una rilettura della storia italiana, soprattutto a partire dal dopoguerra, attraverso… Continua a leggere

Tra il dire e il fare c’è di mezzo “e il”

Carlo Dapporto, negli anni sessanta, ebbe a raccontare più volte una storiellina che oggi maldestramente riporto e adatto, riferendomi all’immagine lugubre (e non perché sia in bianco e nero) che trovate a seguire.… Continua a leggere

Ci vogliono 22.496,93 euro per fare un Bitcoin! E per posizionare su di una scacchiera un chicco di riso alla 64esima?

Come sapete sono povero (secondo i parametri della comunità degli umani italioti in cui vivo per mia libera scelta) e faccio, ormai da anni, di questa mia povertà una condizione, tra il fisico… Continua a leggere

Finalmente le Forze Armate scendono in campo. E non voglio essere io – paradossalmente – a mancare loro di rispetto

  Sapete perché spesso manco di rispetto (lo ammetto) al signor Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, ricordando a voi e a lui che prima di fare il politico era un agente di assicurazioni?… Continua a leggere

Siete sempre convinti che – in Calabria – si debba votare il 14 febbraio p.v.?

  Qualcuno, a cominciare da Nino Spirlì (lui dice che è il Governo di Roma, cioè Giuseppe Conte ad aver deciso), ha scelto che COVID o non COVID, pericoli di nuove ondate pandemiche… Continua a leggere

Chissà a scoperchiare realmente le tombe cosa può succedere? In questo caso quella di Sergio Piccini

Nella storia politico-giudiziaria della Repubblica, ci sono storie che se ancora oggi dovessero venire evocate, devono trovare il mio lettore capace di districarsi tra le fonti aperte con modi che gli consentano di… Continua a leggere

Maria Antonietta Calabrò e i “movimenti” intorno a papa Francesco

Maria Antonietta Calabrò fa bene a tenere d’occhio cosa accade sia ad opera della mano destra che della sinistra, dentro e fuori le mura vaticane. Ovunque si fanno sostanza gli interessi della Chiesa.… Continua a leggere

È già tanto che il Col. Raffaele De Chiara non sia impazzito e non abbia fatto un’opportuna strage dei suoi calunniatori

Ricevo la segnalazione e doverosamente pubblico rafforzando il gesto nei confronti dell’ufficiale (in congedo) della GdF con un saluto particolare.  In queste ore sia pur di soddisfazione personale ma in sostanza ancora drammatiche,… Continua a leggere