Archivio Mensile: gennaio, 2019

Sono Godot e torno a dire la mia su un fatto che mi appare particolarmente grave

La Calabria è una regione afflitta da innumerevoli problemi noti e meno noti. Da ultimo devo, annunciando il mio ritorno, segnalare un evento grave. I Giovani Dem calabresi hanno firmato una lettera in… Continua a leggere

È stato visto aggirarsi per Roma Aurelio Voarino

In realtà me lo danno apparso epifanicamente in Piazza S. Pietro in Vincoli. Oggi, in bonario sfottò (potrei mai essere buono realmente con il complice “non arrestato” di Francesco Loreto Sarcina, alias Giardino e… Continua a leggere

LEADERSHIP e Alternativa del diavolo. Ovvero il guaio in cui oggi si trova Luigi Di Maio

Il Presidente degli Stati Uniti lesse il memorandum con un’espressione sempre più inorridita. «Ma è spaventoso – disse, quando ebbe terminato. – Non ho alcuna possibilità di scelta. O piuttosto, qualsiasi scelta faccia, degli… Continua a leggere

Meglio sul lastrico che iscritto al partito dei furbetti

Ho scritto in un articolo da poco postato che non mi piace (in realtà scrivo ben altro) chi si fa bello raccontando storie, da destra e da sinistra, su quanto accade nel Mediterraneo. … Continua a leggere

L’acqua e la natura sacra degli impegni politici

Ogni promessa è debito, da queste parti. E così dovrebbe essere sempre e ovunque. Direi, in spirito di amicizia, di non sottovalutare il marginale e ininfluente blog che vi scrive, anche oggi, con… Continua a leggere

A farmi condividere una posizione politica scelta da Bisignani ci poteva riuscire solo Salvini

La Prestigiacomo, creatura politica di Luigi Bisignani, è salita ieri a bordo della Sea-Watch ma non lo avrebbe mai fatto senza il consenso del dominus dei bei vecchi tempi andati. Così la Mara… Continua a leggere

Portiamo i soldati a casa e raccontiamo la guerra in Afghanistan a tutti i cittadini

Prima di dire la vostra su quanto la stampa nazionale (nel mondo la nostra posizione, su questo tema specifico, non è ancora valutata) riferisce sull’intenzione italiana di ritirarsi dal lontanissimo e dispendiosissimo Afghanistan,… Continua a leggere

Exodus 1947 e atti criminali di ieri, di oggi e di domani

  In questo nostro Paese, il delta culturale si prepara a divenire insopportabile tra alcuni ed altri. Insopportabile e pericoloso. Ad esempio, tra chi mostra di sapere poco o nulla della vicenda dell’Exodus… Continua a leggere

Forza Lotito, facci sognare il tuo arresto!

Voglio un premio di produzione: indagato quel pulciaro di Claudio Lotito. Il primo cerchio concentrico delineato nel post del 13 gennaio u.s. LA APALACHIN DEL CALCIO ITALIANO DA CUI NASCE TUTTO LO SCHIFO A… Continua a leggere

Ho trovato l’Elemento 115-bis

Questo semi-post (intendendo non per brevità ma per cose non tutte dette) spero faccia riflettere alcuni che, improvvidamente, hanno pensato di “cucinarci” solo usando l’arma delle difficoltà economica in cui versiamo o “portandoci”… Continua a leggere

Sotto la divisa…

“31 ottobre 2009: sindaco di Milano è Letizia Moratti (Pdl), suo vice è Riccardo De Corato (ex MSI). Di mafia non parlano praticamente mai, perché l’emergenza cittadina per loro sono i rom e… Continua a leggere

Il biennio 1992-93 è caratterizzato non solo dalle stragi eclatanti

“Io so che chi pretende la libertà poi non sa cosa farsene“. Questa cosa “terribile” non l’ha detta un fascistone antidemocratico ma Pier Paolo Pasolini. Da quando l’ho letta mi faccio aiutare da questa… Continua a leggere

È stato arrestato Stone quello che per anni è stato considerato il capo di Trump

Il presidente Trump, la notte scorsa, non ha dormito il sonno del giusto. Ormai Manafort (suo stretto collaboratore) è stato condannato. Cohen (suo strettissimo collaboratore) si è autoaccusato e, grazie a questa decisione,… Continua a leggere

Signora Regeni, lasci perdere chi la sta portando in giro, suo figlio è morto per la libertà del popolo egiziano e la pace nel Mediterraneo

Originally posted on Leo Rugens:
Caso Regeni, anche la facoltà di Cambridge sceglie di non collaborare alle indagini “Non rilascio dichiarazioni alle autorità italiane”. Così ha risposto Maha Abdelrahman, professoressa di Giulio, agli…

Altri dimentichino Giulio Regeni non noi che subito capimmo in che ambiente losco era maturato il delitto

Originally posted on Leo Rugens:
Il 6 febbraio 2016 abbiamo sostenuto (vedi post in calce) che in Egitto ci sono fondamentalmente tre Servizi Segreti/Polizie e che il povero Giulio Regeni era stato vittima di…

Regeni era un terrorista, parola di Rights Reporter; la rivendicazione che aspettavamo

Originally posted on Leo Rugens:
Rights Reporter (http://www.rightsreporter.org) è una testata web specializzata in tante cose e la redazione di Leo Rugens la ricorda per avere informato il mondo che “Gadot service” è…

Il “Caso Giulio Regeni” non è chiuso. Firmato: Papa Francesco

Originally posted on Leo Rugens:
Ho pubblicato in queste ore, prima del viaggio di ritorno del Santo Padre, durante il quale, in aereo, ha esternato il suo dolore per quanto accaduto a Giulio…

Perché è morto Giulio Regeni?

Originally posted on Leo Rugens:
Egypt’s Army Chief General Abdel Fattah al-Sisi Nelle ore immediatamente successive al ritrovamento del corpo di Giulio Regeni, compatriota friulano, ci siamo permessi di postare un pezzo sofferto…

Al Sisi non può ignorare cosa sia successo a Giulio Regeni

Originally posted on Leo Rugens:
“Un uomo (o più uomini ma solitamente è una la mente che fa muovere i primi passi ndr O.G.) può escogitare un piano particolarmente malvagio e perseguire cocciutamente…

Suggerisco all’ex direttore dell’AISE di scrivere una lettera di scuse alla Famiglia Regeni e agli italiani

Originally posted on Leo Rugens:
“… Dal punto di vista storico – secondo il Rapporto Martre – l’intelligence economica è nata in Gran Bretagna, culla della rivoluzione industriale. Attualmente, sia a Londra sia nelle…

Caso Regeni: “Indagate sul visto turistico”. Direi di reagire

Originally posted on Leo Rugens:
“Indagate sul visto turistico”. Se vi serviva, dopo anni, una risposta sprezzante che sancisse  come in termini di autorevolezza e rispetto diplomatico vi considerano dalle parti del Cairo…

Non faremo finire nel dimenticatoio il caso Giulio Regeni

Originally posted on Leo Rugens:
Man mano che si procede nel tempo la freccia lanciata verso il futuro disperde energia e tende a fermarsi, o colpendo il bersaglio o cadendo dopo un inutile…

Regeni – tra spia (che non era!) e ingenuotto, ci sarà una terza via che lo onori?

Originally posted on Leo Rugens:
Mi è particolarmente caro il tema dell’Intelligence che non può avere un apparato sensorio destinato separatamente a rapportarsi per comprendere il dentro e il fuori e per anticipare…

Gino Strada ci fa o ci è?

Ora che l’Inter non è più un impegno, il Moratti “pensionato” può dedicarsi anche all’altra passione, quella più nascosta e nobile: aiutare i più deboli. L’ex presidente è fraterno amico di Gino Strada, fondatore… Continua a leggere

La politica estera è tutto. Lo scriverò fino allo sfinimento

Come spero sia ormai chiaro anche all’ultimo dei cittadini consapevoli (ma anche a quelli un po’ distratti) la politica estera, nella convulsa e sia pur senza confini contemporaneità, è tutto. E che altrettanto… Continua a leggere

I falsissimi Protocolli di Sion. Provate a non pisciare fuori dal vaso. Almeno elettronicamente!

Quando Leo Rugens butta là una cosa, anche minore, io mi starei sempre attento. Che parli di CONSIP e dei grovigli bituminosi che lo connotano, con alcuni anni d’anticipo; che dia indicazioni su… Continua a leggere

Agit-Prop: agitazione e propaganda. Il vecchio comunista Salvini ha appreso la lezione

Secondo Giovanni Falcone c’erano imprese mafiose che sviluppavano un’attività reale con capacità nettamente concorrenziali (queste aziende, per intendersi, sapevano stare sul mercato) anche per la minore necessità di ottenere crediti dalle banche. Sappiamo… Continua a leggere

I venezuelani (non tutti in verità) hanno diritto a ricominciare a sperare

  Mia moglie, giovane e bella come nessuna è mai stata bella, ha vissuto una stagione della sua vita, presso parenti e amici, proprio in quell’immenso paese che è il Venezuela. All’epoca, Ariel… Continua a leggere

Lino Banfi? Lo Vuole il Cuore?

Cari lettori, come spesso ho ricordato, ho una certa età. Sono pertanto anziano, se non vecchietto. In realtà, per la vita fatta e per le cose che mi hanno appassionato, è come se… Continua a leggere

Contro l’oblio proponiamo un primo elenco di cose che meritano di essere ricordate

La memoria, spesso alterata, è alla base di ogni processo evolutivo, in campo biologico e storico. Ma quando l’informazione da trasmettere risulta troppo scomoda o ingombrante, l’errore può diventare la manipolazione e si… Continua a leggere

Lo scontro Iran-Israele e l’assenza catastrofica dell’Europa

Il già primo ministro russo, Evgenij M. Primakov, personaggio formatosi alla scuola del KGB (quando l’URSS era l’URSS), figura la cui biografia va letta sia come diplomatico che come uomo di intelligence, sul… Continua a leggere

Massari aprì le ostilità il 21 luglio 2017 ma in molti ebbero timore

Luigi Di Maio, con fermezza e coraggio visionario, apre le ostilità, non certo con la Francia o il sua già sofferente popolazione (ci mancherebbe pure) ma con alcuni francesi che hanno la responsabilità… Continua a leggere

Si avvicinano le grandi nomine: Leonardo per cominciare

L’8 dicembre 2006 si poteva leggere un articolo ben informato per l’epoca (solo la questione della denominazione “Super Amanda” era una fake news fuorviante) e lo trovate in calce oggi, avvicinandosi ormai il… Continua a leggere

In Memoria di Mino Pecorelli

Chi non voleva che, sul mercato dell’informazione pubblica, continuasse ad operare, un’eretico come Carmine Mino Pecorelli? Cominciamo a chiederci questo. Quando dico uno come Pecorelli, intendo dire un libero pensatore, un po’ guascone,… Continua a leggere

A chi giova una Quarta sponda senza legge?

  “Nei giorni scorsi sono arrivate tre navi cariche di armi dalla Turchia” Il 7 dicembre 2018, nel corso della quarta conversazione del “Primo Corso di Formazione alla Polis” (per chiarimenti vai al link)… Continua a leggere

Parallelismi utili da suggerire eventualmente al signor Ministro Salvini

Simon Wiesenthal, il mitico presidente di un’associazione ebraica che ha dato la caccia ai criminali di guerra nazisti, affermava (siamo al 20 maggio 1994) di aver consegnato alle autorità italiane, sin dal 1967… Continua a leggere

Romeo …Romeo …Romeo? Ma chi è costui?

Non è Alfredo Romeo, detto la volpe di Posillipo (Caso Consip ed altre questioncelle) perché è stato beccato più volte e poco ci è mancato che divenisse una “calda pelliccia”. Non può essere… Continua a leggere

Precipitare precipitevolissimevolmente!

Questo è un terreno su cui Enrico Letta si trova molto bene. Così dicevano i gazzettieri e si è visto come è andato a finire. Così dicevano di Matteo Renzi, aggiungendo che il ragazzo “stava… Continua a leggere

La famiglia Subranni: a proposito di reddito di cittadinanza e di conti al centesimo

Il Generale dei Carabinieri Antonio Subranni, punto o non punto (la legge ha sentenziato, in un procedimento apposito, che non è “punto” e per cui, per ora, non è mafioso) deve, in teoria… Continua a leggere

Non farò finta di non capire come andrà a finire il genocidio che si vuole attuare nel Mediterraneo

“Cuori aperti per chi scappa veramente dalla guerra, porti chiusi per chi fa il furbo”. Il pensiero in materia dell’andare e del venire delle genti (complessità quasi vicina a quella della meteorologia) che si… Continua a leggere

Alessio Casimirri e la sua allusiva (?) segreteria telefonica

  Ora che l’operazione facile facile del recupero di Cesare Battisti (utile, se lo si fa parlare, al massimo per capire il versante parigino di quel guazzabuglio che fu la lotta armata negli… Continua a leggere

Un mazzo di fiori blu

Si avvicinano le elezioni europee e la confusione non potrà non aumentare. Da ieri, ad esempio i vertici attuali del M5S, puntellati da una struttura di comunicazione che appare già in difficoltà su… Continua a leggere

Nuova o vecchia giustizia? A leggere le cronache mondane sembrerebbe vecchissima

Cena bizzarra non certo per le finalità (delle migliori) ma per la composizione di chi, se ho capito bene, pagando una cifra importante (se non eccessiva visto a quanto ammonta il previsto reddito… Continua a leggere

A Cosenza c’è un fetore insopportabile di marcio

Materiale delicato quello a cui fa riferimento un articolo del Il Fatto Quotidiano, oggi, 17 gennaio 2019. O finisce in una delle tante bolle di sapone del passato (non perché non fossero storie… Continua a leggere

Iniziativa della Ministra Trenta e del Presidente della Commissione Difesa Gianluca Rizzo

Un ottimo esempio di collaborazione “intelligente” (mi piace il linguaggio, in cui mi riconosco, usato nel comunicato) tra il mondo civile e quello militare. Mi piace ancora di più quando queste scelte vengono… Continua a leggere

Luttwak un cagliostro in sedicesimo. Tanto per rimanere in tema di libri

  Quando ho cominciato a sapere dell’esistenza di un tale Edward N. Luttwak, alcuni di voi, andavano, forse, alle scuole elementari. Altri erano adulti ma ritenevano che gli asini sapessero volare. Altri ancora… Continua a leggere

La sorella di Mino Pecorelli chiede di riaprire le indagini

La sorella di Mino Pecorelli, Rosita, chiede di riaprire le indagini? ANCHE IO!!! Nella mia marginalità e ininfluenza. Oreste Grani/Leo Rugens

Anticipazione di quanto sta accadendo a Catania

CONTINUA…

Austerità avventata! Ma Junker era ubriaco allora, oggi o in entrambi i casi?

Quindi quando incitavamo, con più post, da vecchi repubblicani incazzosi e un po’ rivoluzionari, sia pur consapevoli della nostra marginalità e di non poter essere ascoltati, i greci alla rivolta contro l’Europa matrigna,… Continua a leggere

Risate a scoppio ritardato. Ovvero come Travaglio cucina l’ex pachidermico Ferrara

Il 15 dicembre 2018, Marco Travaglio apriva (in realtà chiudeva e in modo tombale) un discorso, da scompisciarsi dalle risate, dedicato ex elefante Giuliano Ferrara. Leggete (ma certamente lo avete già letto perché… Continua a leggere