La rovina dell’Italia è l’ignoranza

antonio-banderas-3a

«Sono per la famiglia tradizionale, non realizzerò mai uno spot con i gay», dice Guido Barilla (quello della pasta e del Mulino Bianco)

Ci stupiamo che vendano Telecom e il presidente Bernabè dichiari di averlo saputo dai giornali? Che Letta Enrico dichiari “I capitali non hanno passaporto” – e non puzzano mai, soprattutto se vengono dalle slot machine – quando è in gioco la sicurezza nazionale? Che Air France compri Alitalia per due soldi?

Come potrebbe essere altrimenti, se la cultura degli imprenditori e del management è del livello di quella di un Barilla Guido. È già tanto che abbia utilizzato un termine come “gay” e non uno dei tanti a scelta. Con buona pace di Papa Francesco: “Chi sono io per giudicare gay e divorziati?”.

Diceva Orson Welles-Pasolini ne “La ricotta”: “Cosa ne pensa della società italiana? Il popolo più analfabeta… la borghesia più ignorante d’Europa“.

Non vorremmo essere nei panni del direttore vendite di Barilla o del marketing. Sarà dura far dimenticare una cazzata così grande, sempre che qualche “capitale senza passaporto” non se la compri domani.

La redazione