Stefania Limiti segnala un grave pericolo implicito nella “resistibile ascesa” di Donald Trump

L’allarme ragionato che Stefania Limiti lancia sulla “resistibile ascesa” del fascista Donald Trump non è solo da condividere ma deve dare il segnale di una campagna che, a basso costo (se non di attenzione e di intelligenza), fareste bene a varare subito anche in Italia. Certamente ci aiutereste non poco a fare luce sugli avvenimenti in corso dove le fragilità della signora Clinton, in campo democratico, stanno tutte emergendo.  Per non avere dubbi su Trump e la sua funzione antidemocratica (circoscritta in un primo momento agli USA ma successivamente qualora risultasse eletto, planetaria), dovreste ricordare che aveste il privilegio di risentire parlare di Trump, in tempi non sospetti, da ambienti che, se ricordo bene, avete (amici biricchini ma coraggiosi) ogni tanto l’ardire di frequentare e che vi avevano cominciato a raccontare di interessi immobiliari macroeconomici di Trump anche nella vicina Cuba. L’isola, all’epoca dei fatti che vi suggerisco di ricordare, non era ancora sdoganata, come oggi appare. Dovreste ricordare che gli ambienti internazionali che a volte ascoltate incuriositi, vi davano il parrucchinato che si preparava a far progettare campi da golf e alberghi in Cuba, in stile “Battista” e clima pre-castrista, quando le cancellerie di mezzo mondo non sembravano sapere nulla di queste attività immobiliari. Ha ragione inoltre la Limiti a riportare il clima squadristico intorno al candidato repubblicano che i vostri media non descrivono e soprattutto quel dettaglio delle attività di sostegno sfegatato di quel figuro (Steve Pieczenick) di cui invece, con la massima attenzione e tempismo, voi del blog, vi siete a suo tempo interessati (Moro andava ammazzato, parola di Pieczenick, l’americano).

Pieczenick è un vero mascalzone, nemico dell’Italia e della sua legittima e necessaria sovranità. Se intorno a Trump si raduna una tale teppaglia (ed è così), in tutto il mondo si deve stare all’erta per il ruolo geopolitico che gli Usa, comunque, continuano ad avere, almeno fino al 2025.

E brava la Limiti, mi ha preso in contropiede perché questo allarme lo avrei dovuto lanciare io che sono qui proprio per questo. Toccato!

George Shi, se così mi chiamo.

Schermata 2016-01-25 a 09.57.44Schermata 2016-01-25 a 09.58.21Schermata 2016-01-25 a 09.58.47Schermata 2016-01-25 a 09.59.22Schermata 2016-01-25 a 09.59.46Schermata 2016-01-25 a 10.00.08

Annunci