33°bis/La Calunnia – “Sostenere la moda”, dice Nicole Minetti, esponente del PDL, dopo aver sfilato a Milano. Lettera aperta alla senatrice Dorina Bianchi, esponente del PDL.

Gentile signora sottosegretario Dorina Bianchi, colgo l’occasione per ricordarle che è il suo compagno di avventura politica Giuseppe Galati la figura coinvolta nell’ennesima inchiesta calabrese sui rapporti tra criminalità e amministrazione della cosa pubblica. Scoppelliti è compagno suo e non mio. Quasi tutti i politici coinvolti ancora una volta in questo schifo sono stati eletti nella sua Calabria e nel suo schieramento. Oreste Grani che paziente aspetta il suo pentimento sul giudizio espresso sul sottoscritto o un suo “lapsus” su tale gravissima situazione.

Leo Rugens

Le rassegne stampa riportano che Nicole Minetti ha reiterato lo spreco di denaro pubblico mettendo in nota spese “le creme protettive” per il suo patrimonio, cioè il corpo.

Anche io reitero pubblicando il post 33 del 25 settembre 2012 dando così soddisfazione alle centinaia di lettori che hanno visualizzato quell’articolo e i glutei della  signora Minetti.

Così facendo, consento alla, ancor per poco senatrice, Dorina Bianchi di usufruire della maggior notorietà della collega di partito. P.D.L, per non sbagliarsi, avendo Dorina Bianchi percorso a spron battuto tutto l’arco costituzionale.

Oreste Grani

“Ero in un sistema allucinante”.

“Ero dentro una gabbia”.

“Un intero sistema da rifondare”.

“Corruzione zavorra del PIL”.

“I vescovi: sottovalutati gli scandali”.

“Alla fine, si è arresa”.

“Bagnasco: indigna che la politica sottovaluti quanto è accaduto”. Caro cardinale, indigna che la CEI abbia scelto Renata Polverini contro la laica e onesta Emma Bonino.

“Si riparta da zero”.

View original post 2.463 altre parole

Annunci