Giuseppe Mussari viene interrogato mentre in città si sente il ruggito liberatorio della Diana, fiume carsico di Siena

Il M5S non ha assunto il ruolo che auspicavo in questo post e gli italiani stanno sperimentando l’ibrido Matteo Renzi voluto da i vari Michael Ledeen, i troppi Denis Verdini (per fortuna che è al capolinea), i vecchi paraculi alla silvio Berlusconi. Chi si accontenta gode.Oreste Grani/Leo Rugens

Leo Rugens

Nella primavera del 2011 a Siena, nel nome di Ipazia, ho, aiutato da tanti collaboratori intelligenti e onesti, provato a tradurre, in un agire coerente per il bene della società civile italiana, le parole, sapienti e profetiche di Mario Luzi. Ancora una volta, prima dell’interrogatorio di questa mattina di Giuseppe Mussari, voglio ricordarle …

Mario Luzi Mario Luzi

Affido questi pensieri al web per non consentire agli spergiuri calunniatori di continuare a fare il male. Ringrazio di questo l’elettronica, figlia del primordiale silicio e della genialità di Alan Mathison Turing. Oggi sono ancor più grato alla sensibilità ideativa delle artiste grafiche che hanno disegnato il simbolo di Ipazia Preveggenza Tecnologica dandogli forma di Nautilus, immagine privilegiata di complessità. La complessità infatti è ragione profonda e superiore, che segue percorsi carsici e labirinti articolati, e rifugge da semplicismi e antagonismi, perché è ambiziosa e capace di integrare i diversi, gli…

View original post 325 altre parole