Lettera aperta a Ezio Bigotti (STI/EXITONE/CONSIP/ROMEO) che sono certo si ricordi di me…

Leggere ancora leggere e rileggere. Altro non c’è da fare.

Leo Rugens

spiaggine-10

Chissà se lei, gentile Bigotti, tra una perquisizione e l’altra (la prossima) della GdF, ha tempo di leggere questo blog che, in solitudine, da anni, le dedica quell’attenzione che, fino a queste giornate roventi (per lei e per i suoi collaboratori), nessuno le concedeva?

Spero (è il mio narcisismo che mi spinge a questo sentimento), che mi  abbia letto e che continui a leggermi. E nel leggermi spero che sia ancora tanto lucido e presente a se stesso da ricordare che nell’ultimo incontro avvenuto presso i suoi uffici romani di via Bissolati 20, mi ero permesso di apostrofarla dandole del “biricchino”.

Per l’esattezza, le chiesi, con i miei modi atipici, se mi autorizzava a darle del “biricchino”. Erano le giornate in cui oggi sappiamo lei si dava da fare per vincere le gare CONSIP.

Ho ricordo che lei capì poco o niente di quanto in realtà le stessi dicendo. Ora…

View original post 1.546 altre parole

Annunci